KEYSTONE/AP (Gigarama.ru)
+ 1
FRANCIA
17.04.19 - 21:060
Aggiornamento : 18.04.19 - 06:10

Un miliardo di euro (e di polemiche) per Notre-Dame

La raccolta fondi per ricostruire la cattedrale dimostra quanto il mondo sia attaccato a quel simbolo di storia, cultura e religione. Ma per alcuni offerte rappresentano «uno schiaffo alla miseria»

PARIGI - Ha quasi raggiunto il miliardo di euro in meno di 48 ore la raccolta fondi lanciata per ricostruire la cattedrale di Notre-Dame di Parigi, devastata lunedì da un incendio. Una pioggia di soldi, arrivata per la maggior parte dalle grandi firme industriali di Francia ma anche dall'estero e da piccoli donatori privati, che rappresenta in cifre l'attaccamento del mondo a quel simbolo di storia, cultura, religione. Ma che ad alcuni è sembrata uno «schiaffo alla miseria», alla povertà, ai bisognosi.

Secondo i sindacati, per esempio, le mega donazioni dei «Paperoni francesi come Francois Pinault (Kering) e Bernard Arnault (Lvmh) o di grandi gruppi come Total» dimostrano che i soldi ci sono: «Se sono in grado di donare decine di milioni per ricostruire Notre-Dame, smettano di dirci che non ci sono abbastanza soldi per rispondere all'urgenza sociale» o per i loro dipendenti, è il commento di Philippe Martinez, segretario generale della Cgt, il principale sindacato francese. Evidentemente, ha aggiunto, «i soldi non piovono» allo stesso modo per tutte le cause.

Una constatazione fatta anche dalla Fondation Abbé Pierre, che da decenni si occupa degli emarginati, che con sarcasmo scrive su Twitter: «400 milioni per Notre-Dame, grazie Kering, Total e Lvmh per la vostra generosità. Siamo molto legati al luogo dei funerali dell'Abbé Pierre (le esequie del fondatore si tennero nel 2007 proprio a Notre-Dame, ndr). Ma siamo anche molto legati alle sue battaglie. Se poteste dare l'1% ai bisognosi, saremmo soddisfatti».

Sui social si scatenano anche i gilet gialli, nonostante la cifra delle donazioni non rappresenti nemmeno un decimo dei costi delle misure da 8-10 miliardi annunciate dal presidente Emmanuel Macron lo scorso dicembre per rispondere alle loro proteste. In molti si indignano per le detrazioni fiscali, annunciate dal premier Edouard Philippe ai contribuenti francesi: il 75% sulle donazioni fino a 1000 euro e il 66% su quelle maggiori. La famiglia Pinault ha già detto che rinuncerà agli sgravi fiscali previsti per la sua donazione di 100 milioni di euro, ma la polemica dilaga sul web: «Non è giusto - è il senso dei malumori - che le casse dello Stato paghino la generosità dei ricchi».

Non mancano infine le critiche dei partiti, sebbene dopo l'incendio avessero deciso di sospendere la campagna elettorale per le Europee. Dai socialisti che auspicano «una mobilitazione equivalente per i milioni di donne, uomini, bambini, famiglie che sono anch'essi una cattedrale umana da proteggere», alla sinistra radicale della France Insoumise che accusa i grandi mecenati di voler fare un'enorme operazione di marketing a tasse zero.
 
Soldi anche dalla Bce - La Banca centrale europea e la Banque de France sono fra i sostenitori impegnati nella costituzione di fondi per interventi sulla cattedrale di Notre-Dame a Parigi. «Siamo rincuorati dall'iniziativa volta a ripristinare e ricostruire questo punto di riferimento. La Bce devolverà un contributo finanziario al restauro», ha annunciato ieri via Twitter l'istituto centrale che ora precisa in una nota che «la somma verrà garantita da un fondo costituito con donazioni interne e finalizzato a interventi di beneficenza. La Bce non ha fino ad ora indicato l'ammontare della cifra che verrà data per contribuire alla ricostruzione di Notre-Dame.La Banca centrale europea ha elargito donazioni in passato a vari altri paesi europei».

 

KEYSTONE/AP (Gigarama.ru)
Guarda tutte le 5 immagini
4 mesi fa Notre-Dame: Disney dona 5 milioni di dollari
4 mesi fa Notre-Dame: primo allarme ignorato per bug informatico
4 mesi fa Nuova guglia per Notre-Dame: lanciato il concorso internazionale
4 mesi fa Far rivivere "Notre-Dame de Paris" per raccogliere fondi?
4 mesi fa Notre-Dame, una catena umana per salvare le opere d'arte
4 mesi fa Greta all'Ue: «Notre-Dame sarà ricostruita, intanto la nostra società crolla»
4 mesi fa Salvataggio di Notre-Dame, decisivi 15-30 minuti
4 mesi fa Botta: «Si potrà ricostruire, ma non sarà più come l'originale»
4 mesi fa Notre-Dame: a Londra è allarme per Westminster
4 mesi fa Notre-Dame: le immagini di un incubo
4 mesi fa Notre-Dame, fiamme spente: «Per il restauro tra i dieci e i vent'anni minimo»
4 mesi fa Il mondo piange Notre-Dame
4 mesi fa Fiamme domate nella notte: «Ricostruiremo Notre-Dame»
Commenti
 
pillola rossa 4 mesi fa su tio
Notre-Dame è di proprietà dello Stato francese (non del Vaticano). Da anni versava in pessime condizioni. Costo della ristrutturazione 150 milioni di euro. Primo stanziamento di credito 2 milioni di euro. Per il restante si era perfino arrivati a pensare a una lotteria. E adesso guarda un po' cosa è successo... con le donazioni potranno ricostruire 5 Notre-Dame e rifare l'intera rete stradale francese. A pensar male a volte ci si azzecca. Alla faccia del simbolismo e della fede. È primavera, svegliatevi bambini... :-D
beta 4 mesi fa su tio
Tanto per essere in chiaro ; NON darò più nemmeno un centesimo per la ... fame nel mondo , visto che quelli che " scappano " , i cosiddetti ... "migranti " sono tutti ben in carne . Invece per Notre Dame sicuramente darò . Come sicuramente potrò dare anche per mantenere qualche altra cosa , di altra " religione " . NON é quello che c'é dentro, vivo, ma quello che rappresenta come sito, arte e contenuti . Buona giornata .
OCP 4 mesi fa su tio
Intendi dire quello che la CH butta nel cesso per la coesione? Cosa c'entra Notre-Dame.
moma 4 mesi fa su tio
Vedendo certe tristi realtà, l'emergere di tutti questi soldoni, anche se per una buona causa, fa comunque pensare.
beta 4 mesi fa su tio
Mah; i francesi che daranno soldi per la ricostruzione saranno ben liberi di farsi i c...i loro ? Credo che non abbiano nessun dovere di dare spiegazioni a chi , questi soldi li vorrebbero impiegare per una masnada di clandestini .
curzio 4 mesi fa su tio
@beta Riassunto perfetto!
Tato50 4 mesi fa su tio
@beta Possiamo mandare qualche cosa anche quando al sabato demoliscono mezza Parigi ?
beta 4 mesi fa su tio
@Tato50 Tato, l'importante é che ci sei e fà piacere leggerti . Io sono diventato " aspro " nel vedere e sentire certi elementi a sproloquiare . Se potessi li cancellerei dalla faccia della terra . Per certi elementi, il RISPETTO degli usi e usanze degli altri é sempre solo, per convenienza o becero dare contro, ma non toccarli nei loro crassi interessi . Buona giornata .
Tato50 4 mesi fa su tio
@Tato50 Bravo Tato, hai indovinato vedendo le foto di quello che è successo oggi. Forse molti manifestano per diritti che non hanno, ma quelli che bruciano, spaccano rubano utilizzano queste manifestazioni per sfogare la loro imbecillità ( magari sono pure sussidiati dallo Stato perché indigenti). A quando un "pochino" di pallottole vere mirando in mezzo al cappuccio invece di beccarsi "sampietrini" ogni sabato? ;-(( Mi sa che qualcuno comincia ad averne piene le scatole e quello non è certo il Presidente Marscion ;-((
MIM 4 mesi fa su tio
Io non capisco questa levata di scudi ipocrita. Quando ci fu il terremoto in Italia che devastò la basilica di S. Francesco ad Assisi, arrivarono finanziamenti da tutto il mondo, eppure nessuno disse niente, anzi si ringraziò la comunità internazionale.
Tato50 4 mesi fa su tio
@MIM Alle Chiese hanno pensato subito anche in altri casi; un po' meno alla gente che vive ancora nei prefabbricati. Chissà dove saranno andati a finire i milioni arrivati da mezzo mondo ? Dicono che in parte sono "bloccati", da chi non lo so, ma mi ricordo bene quegli imprenditori che mentre la gente moriva ridevano a crepapelle perché "qui c'è da magnare di più che con i rifugiati" ;-(( Non risponermi che è il primo caso p.f. Ciao MIM
curzio 4 mesi fa su tio
Il Vaticano si rallegra sicuramente per la generosità dimostrata dai donatori di offerte. Grazie alle offerte, il Vaticano non dovrà aprire i forzieri della propria banca per prelevare qualche soldo per la ricostruzione della casa di Dio (...onnipotente che però non è stato in grado di evitare che la propria casa si incendiasse). Alleluiah!
MIM 4 mesi fa su tio
@curzio Notre Dame appartiene allo Stato francese.
curzio 4 mesi fa su tio
@MIM Certo! Però è la chiesa cattolica che ne usufruisce come inquilina. Al Vaticano non mancano i soldi (visto che ha bisogno di una banca propria per gestirli). Tirar fuori qualche decina di milioni per ricostruire la cattedrale che la chiesa stessa usufruisce sarebbe stato un bel gesto di generosità cristiana, non trovi?
MIM 4 mesi fa su tio
@curzio Non ho sentito che il Vaticano non abbia stanziato finanziamenti tramite i suoi canali francesi. Io credo che lo avrà anche fatto, senza pubblicizzare.
curzio 4 mesi fa su tio
@MIM Sono sicuro che è come dici tu. Sul sito del Vaticano dicono che "Lo Stato Francese dovrà farsi carico delle spese di ricostruzione" Poi leggo anche che "Papa Francesco si è detto molto addolorato per l’incendio della Cattedrale" e che "La Vergine Maria li benedica e sostenga il lavoro di ricostruzione: possa essere un’opera corale, a lode e gloria di Dio.". Certamente la Vergine Maria sarà di grande aiuto nella ricostruzione...
Tato50 4 mesi fa su tio
@curzio Guarda come ha fatto costruire la stalla dal Peppo ;-)))
curzio 4 mesi fa su tio
@Tato50 Ciao Tato! Abbraccione! È sempre bello leggerti! Ti teniamo i pugni! :-)
matteo2006 4 mesi fa su tio
Se la lasciano così secondo me ci fanno ancora più soldi con il turismo ... vuoi mettere guardare le stelle dal centro della navata della cattedrale di Notre Dame!
Mattiatr 4 mesi fa su tio
@matteo2006 Non ho mai avuto la necessità di andare in Francia, non mi è mai interessata. Però vedere il cantiere per la ricostruzione di un monumento simile sarà una mia priorità. È un evento più unico che raro vedere la costruzione. In quanti potranno dire di averla vista in esecuzione oltre a farci le foto davanti?
curzio 4 mesi fa su tio
Ai vari criticoni... leggetevi l'articolo su Ticinonews intitolato "C'è chi dona e chi rompe le scatole".
sedelin 4 mesi fa su tio
@curzio é l'articolista che rompe le scatole, facendo il bacchettone moralista, a chi esprime una legittima opinione. "il gobbo di notre-dame" é stato prodotto dal presidente della disney: dice qualcosa?
curzio 4 mesi fa su tio
@sedelin Anche quella dell'articolista è una legittima opinione. E anche tu fai il bacchettone moralista, criticando la raccolta fondi per la cattedrale. Ognuno sarà pur libero di regalare i propri soldi a chi vuole, o bisogna prima avere la tua approvazione?
sedelin 4 mesi fa su tio
@curzio i cronisti, queli seri, si astengono dall'esprimere opinioni personali. io non bacchetto, esprimo l'opinione sacrosanta che in poche ore si sono trovati milioni per un monumento, mentre da secoli ci sono milioni di affamati sulla terra. e cosa mi sai dire della DISNEY?
curzio 4 mesi fa su tio
@sedelin Quindi, secondo te, i giornalisti del New York Times, Le Monde, Washington Post, Corriere della Sera, ecc che regolarmente esprimono e pubblicano la loro opinione personale non sono giornalisti seri?
Littletiger 4 mesi fa su tio
E' anche vero che la cattedrale genera (e genererà) un bel po' i soldi con il turismo, forse ora anche più di ieri.
andytt 4 mesi fa su tio
Con 1 miliardo la rifanno in 6 mesi altro che 5 anni. Almeno in Francia fanno donazioni serie per il loro patrimonio. Non bisogna mai dire che donare è vergognoso se poi avanza qualcosa vanno dati hai poveri questo si. E di sicuro avanzera molto! Sempre che nessuno ci mangia sopra....
F.Netri 4 mesi fa su tio
@andytt Hai, hai, hai...poveri!
curzio 4 mesi fa su tio
@F.Netri Anche tu però, sempre ha correggere gli errori degli altri. Sei professore di italiano ho non ai altro da fare?
occhiaperti 4 mesi fa su tio
A nostra AVS manca un milliardo...
seo56 4 mesi fa su tio
È una vergogna. Nel mondo ci sono milioni di persone senza casa o peggio ancora che muoiono di fame e in poche ore viene raccolto un miliardo di Euro per ristrutturare una cattedrale!!! Vi viene il vomito!!!!!!
Mattiatr 4 mesi fa su tio
@seo56 È una vergogna che in Svizzera si spendano soldi per le strade, le STRADE. Poi milioni di persone muoiono di fame perché noi spendiamo in asfalto. Oppure gli ospedali, scandaloso! Perché sprechiamo denari nelle infrastrutture mediche mentre in Africa muoiono prima di averne bisogno!!!! Oppure gli iphone, non ci vergognamo a sprecare soldi quando altri non ne hanno?¶ Immagino dal tuo ragionamento che tu sia un frate che ha donato ogni suo avere ai poveri. Prima di pretendere che gli stati europei mantengano l'Africa e tutti i suoi poveri perché non lo fai te?
OCP 4 mesi fa su tio
@seo56 Mi dai spunto per fare un piccolo ragionamento. Non so quanti miliardi sono stati spesi/investiti negli ultimi decenni per aiutare la fame nel mond e la povertà... ma sicuramente molto, ma molto più di quello che occorrerà e che è stato raccolto per Notre-Dame. Eppure parlando di fame nel modo e povertà si è sempre allo stesso punto. Detto questo mi sento sicuro nell'affermare che anche se i soldi per Notre-Dame venissero spesi per cercare di risolvere i problemi che citi, in realtà sarebbe come pisciare nell'oceano e misurare di quanto si è alzato il livello dell'acqua. Direi quindi che il vomito non dovrebbe venire per la storia dei soldi di Notre-Dame ma per l'inutilità di decenni di aiuti e miliardi su miliardi spesi in tutti questi anni. Dove sono andati a finire? Perché si è sempre fermi al palo? Pensaci bene.
seo56 4 mesi fa su tio
@Mattiatr Che ragionamento del piffero!!!
sedelin 4 mesi fa su tio
@Mattiatr e tu, oltre a sproloquiare, fai qualcosa di concreto? io sì.
Mattiatr 4 mesi fa su tio
@sedelin Lo dico in maniera banalmente semplice, i discorsi del ''per la chiesa i soldi ci sono e per i poveri no'' ''durante l'incendio non è morto nessuno ma nel mediterraneo ne muoiono a centinaia ogni giorno'' e compagnia bella sono immense cazzate. Di conseguenza chi li fa sta sprecando il suo tempo. Notre Dame rappresenta un importante pezzo della storia francese, dell'identità culturale di Parigi. Da noi simboli di quell'importanza non esistono nemmeno. Paragonare un monumento di tale peso con delle persone non ha il minimo senso. È come paragonare la pasta e l'insalata. Perché allora le paragonate? Se veramente vi stessero a cuore le persone povere sareste in Africa ad aiutarle.¶ Io sono contro ad ogni aiuto della Svizzera all'estero, come stato deve provvedere unicamente ai suoi cittadini. Ciononostante ogni anno dono denaro (il mio, non quello degli altri come vorrebbe chi pretende che stato e cantoni provvedano a tutto e tutti) a varie associazioni umanitarie. Questo lo faccio senza fare la voce grossa, senza pretendere niente a nessuno e senza fare sti ragionamenti da finto moralista. Andare in quei paesi per dare una mano in prima persona non lo faccio perché finirei per spararmi un colpo in testa dopo pochi giorni.
curzio 4 mesi fa su tio
@sedelin Dai, raccontaci cosa tu fai di concreto. Mi interessa...
sedelin 4 mesi fa su tio
@curzio la tua é pura curiosità e non intendo soddisfarla. mi basta sapere che la mia opera fruttifica.
curzio 4 mesi fa su tio
@sedelin Ah... beh... facile dire "io faccio!" e poi tirarsi indietro quando ti si chiede "cosa?".
sedelin 4 mesi fa su tio
@curzio perché, ti devo qualcosa? non mi pare!
matteo2006 4 mesi fa su tio
@Mattiatr Per dare soldi alle associazioni (a meno che conosci bene dove vanno a finire i soldi ma dico davvero bene ogni centesimo dove va, non che un tuo amico ne fa parte e allora mi fido) ti conviene tenerteli nelle tue belle tasche altrimenti a sapere dove e come finisco i tuoi soldi ti spari nelle balle. :-) Fino a che verranno foraggiate queste associazioni avranno vita purtroppo; un po come la chiesa. ;-)
Mattiatr 4 mesi fa su tio
@matteo2006 Tranquillo so dove finiscono i miei fondi :-)
curzio 4 mesi fa su tio
Bene... allora a questo punto i vari "Paperoni francesi" dovrebbero dire "OK, allora ritiriamo le nostre offerte. Arrangiatevi!"
sedelin 4 mesi fa su tio
é arrivato finalmente il momento della verità: soldi a palate in poche ore per un monumento, miseria per milioni di uomini sparsi in francia, nelle loro ex-colonie e altrove.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
19 min

Conte al Senato: «La crisi è stata innescata dalle parole di Salvini»

Il premier italiano chiede trasparenza e assunzione di responsabilità

BRASILE
1 ora

Sequestra un bus, ucciso

L'uomo è stato colpito da un cecchino delle forze speciali brasiliane. Nessun ostaggio sarebbe rimasto ferito

ITALIA
2 ore

Frana del Ruinon, enormi massi sulla strada

La strada provinciale che porta al passo del Gavia era stata chiusa, ma avrebbe riaperto dopo poche ore

VIDEO
ITALIA
4 ore

Open Arms: nove migranti si tuffano in mare

La Guardia costiera li sta portando al molo a Lampedusa. A bordo rimangono 88 naufraghi

FOTO
EL SALVADOR
5 ore

Condannata per un aborto dopo la violenza: ora è stata assolta

L'odissea di Evelyn Beatriz Hernandez si è conclusa con il lieto fine ma ha comunque scontato 33 mesi di carcere: «Una vittoria per le donne»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile