Keystone
REGNO UNITO
20.02.19 - 14:560
Aggiornamento : 15:36

La "Sposa dell'Isis": «È ingiusto togliermi la cittadinanza britannica». Così due americane

La 19enne partita per unirsi allo Stato islamico ha commentato così la decisione del Ministero dell'interno di Londra

LONDRA - Un provvedimento «ingiusto»: così Shamima Begun, 19 anni - la ragazza londinese di fede musulmana unitasi quindicenne al cosiddetto Stato Islamico in Siria nel 2015 e definita dai media "la Sposa dell'Isis" - ha commentato la decisione del ministero dell'Interno britannico (Home Office) di revocarle la cittadinanza del Regno.

Begum, che dal campo profughi siriano in cui ha trovato alla fine rifugio e dove ha dato da pochi giorni alla luce un bambino aveva implorato nei giorni scorsi di poter tornare a Londra, ha detto nell'ennesima intervista - stavolta a Itv - di avere «il cuore spezzato», ma di non volersi ancora dare per vinta.

La sua prossima carta, ha lasciato intendere, potrebbe essere cercare di ottenere un passaporto in Olanda, Paese di cui è cittadino suo marito, un ex miliziano dell'Isis conosciuto e sposato in Siria, arresosi qualche tempo fa alle forze anti-jihadiste.

La revoca della cittadinanza è al centro di controversie legali in Gran Bretagna, ma è stata rivendicata anche oggi dal governo e da alcuni deputati Tory come legittima. Mentre fonti del ministero hanno sottolineato come la normativa britannica preveda questa possibilità se debitamente motivata e se la persona privata del passaporto ha il diritto automatico di avere la cittadinanza da un altro Paese: come pare per Shamima, la cui madre risulta originaria e cittadina del Bangladesh.

Due americane mogli combattenti vogliono tornare a casa - Due donne con passaporto americano che hanno ripudiato il proprio paese per unirsi all'Isis ora si sono pentite, e vogliono tornare a casa. Quattro anni fa - racconta il New York Times - Hoda Muthana, studentessa universitaria 20enne dell'Alabama, ha abbandonato la famiglia, si è unita allo Stato Islamico ed è stata sposata con tre combattenti del Califfato.

Muthana si è arresa il mese scorso alle forze della coalizione, è detenuta in un campo profughi nella Siria nord-orientale, e dice che è profondamente dispiaciuta e vuole tornare negli Stati Uniti.

Un'altra donna, Kimberly Gwen Polman, 46 anni, con doppia cittadinanza americana e canadese, è nata in Ontario e ha tre figli adulti. Nel 2015 ha lasciato il Canada per sposare un membro dell'Isis conosciuto online: «Non ho parole - ha detto - per quanti rimorsi ho».
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
8 ore
Il ritrovamento del piccolo Nicola: «Chiamava la mamma»
Una storia a lieto fine quella del bambino di due anni scomparso a Palazzolo sul Senio. Ma resta il mistero
ITALIA
10 ore
Ddl Zan, Draghi: «Siamo uno stato laico. Il Parlamento è libero»
Il governo italiano, ha detto il "premier", «non entra nel merito della discussione».
UNIONE EUROPEA
11 ore
Incognita Delta: «Entro fine agosto 9 casi su 10»
In Europa la variante indiana galoppa. Il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie mette in guardia
MONDO
12 ore
Allarme ONU sull'emergenza climatica: «È a rischio l'intera umanità»
I toni molto allarmanti di un nuovo rapporto riportano l'attenzione su una minaccia reale ma che ci eravamo dimenticati
EURASIA
15 ore
Mar Nero: bombe e spari d'avvertimento contro una nave britannica
Tensione tra Russia e Regno Unito nel Mar Nero: la nave britannica sarebbe entrata in acque russe
CINA
16 ore
Ultime ore di vita per l'Apple Daily
A partire da mezzanotte il tabloid non aggiornerà più il sito. E quella di domani sarà l'ultima edizione cartacea
GERMANIA / UNGHERIA
18 ore
Dopo la polemica sullo stadio arcobaleno, Orbán annulla la sua presenza alla partita
Normalmente entusiasta spettatore di Euro 2020, il primo ministro ungherese non sarà a Monaco.
INDIA
20 ore
L'india identifica una nuova "variante preoccupante": la Delta Plus
Il virus mutato colpisce in maniera «più violenta» i polmoni ed è potenzialmente resistente agli anticorpi monoclonali.
STATI UNITI
23 ore
«Vorrei quell'arma», a 300'000 americani è stato detto «no»
Gli acquisti bloccati dai "background check" negli Stati Uniti hanno raggiunto una cifra record nel 2020
STATI UNITI
1 gior
Vaccini: Biden non ha centrato l'obiettivo
Solo il 65 per cento di vaccinati a luglio. Ritardi nella campagna americana
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile