Keystone
ITALIA
13.08.18 - 12:220
Aggiornamento : 14:01

Aquarius: «No da Malta e dall'Italia, attendiamo un porto»

La nave gestita da Sos Méditerranée è in stand by fra le acque territoriali dei due paesi

ROMA - «Le autorità marittime maltesi e italiane ci hanno informato che non indicheranno alla (nave) Aquarius un porto sicuro per lo sbarco dei 141 sopravvissuti a bordo».

È quanto afferma la Ong Sos Méditerranée in un tweet sottolineando che la nave resta «in stand by esattamente tra Malta e Italia e attende che le sia assegnato un porto sicuro».

Bruxelles è in contatto con gli Stati membri - Sul caso dell'Aquarius, «la Commissione europea è in contatto con un numero di Stati membri, che ci hanno contattato», per la suddivisione dei profughi, e quindi i Paesi cui destinarli. «Come abbiamo fatto per casi precedenti, siamo pronti a prestare il nostro pieno sostegno e peso diplomatico, per una rapida soluzione». Così Tove Ernst, una portavoce dell'esecutivo comunitario, senza precisare quanti e quali siano i Paesi con cui la Commissione è in contatto. La Commissione europea aiuta a coordinare i Paesi ma non ha competenza per individuare il porto di sbarco della nave.
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile