Keystone / EPA
VATICANO
18.06.18 - 16:280
Aggiornamento : 17:41

I taser in dotazione alla Gendarmeria

Già da alcuni giorni alcuni gendarmi ne sono equipaggiati

CITTÀ DEL VATICANO - A rafforzare la dotazione di sicurezza della Gendarmeria vaticana arrivano adesso anche i taser, le pistole elettriche alternative alle armi da fuoco.

Mentre in Italia, come ha annunciato il ministro dell'Interno Matteo Salvini, la sperimentazione dei taser in grado di immobilizzare con scariche elettriche ad alto voltaggio comincerà a breve, in Vaticano, apprende l'ANSA da fonti qualificate, si è già deciso per la dotazione di un certo numero di taser che vanno ad aggiungersi alla pistola d'ordinanza nella fondina di un gruppo scelto di gendarmi.

Naturalmente il loro utilizzo è consentito esclusivamente "a salvaguardia della vita" e nasce dall'esigenza di avere uno strumento in più nelle mani degli agenti che gestiscono la sicurezza della persona del Papa e quella dello stato vaticano, innanzitutto come deterrente. Il taser è stato dunque giudicato uno strumento utile per garantire una maggiore sicurezza di una personalità come il Papa che, in particolar modo con le udienze pubbliche, è continuamente esposto al contatto con grandi folle, e dello stesso Vaticano non immune da minacce in tempi di massima allerta per gli attacchi terroristici.

Da tempo le misure di sicurezza in Vaticano sono altissime, misure che si è cercato di conciliare con le esigenze di culto da parte del vasto afflusso di pellegrini sia in piazza San Pietro, sia nella basilica vaticana. I controlli si sono dunque fatti più serrati sia per accedere alla piazza, per la preghiera domenicale con il pontefice o le udienze del mercoledì, sia per l'accesso in basilica. Borse e zaini vengono controllati, uno ad uno, con le palette metal detector ed è possibile transitare solo seguendo i percorsi indicati dalla sicurezza.

Dopo attentati come quello di Nizza poi, portati a termine con il lancio di camion sulla folla, l'Italia in collaborazione con il Vaticano, ha deciso per il blocco delle vie di accesso alla basilica con camionette dell'esercito che presidiano l'area come avviene in piazza del Sant'Uffizio. Proprio da lì, alcuni mesi fa, sbucò all'improvviso un'auto lanciata contromano a tutta velocità in direzione del sagrato di piazza San Pietro, guidata da un uomo in stato di alterazione che aveva avuto un violento litigio con la moglie. L'auto finì contro le transenne e non ci furono fortunatamente conseguenze per le persone che in quel momento transitavano da lì ma l'episodio segnalò la criticità di un'area fino a quel momento scoperta.
 
 

 

TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA
12 min
Tentato incendio nella brasserie preferita di Macron: scatta l'inchiesta
Il gesto arriva dopo che, nella serata di ieri, il presidente francese è stato contestato in un teatro parigino
STATI UNITI
1 ora
Negli aeroporti americani scattano i controlli contro la nuova Sars
Il virus ha fatto già due morti in Cina. Nel mirino i passeggeri provenienti da Wuhan. L'epidemia potrebbe essere più estesa di quanto finora pensato
STATI UNITI
3 ore
Boeing: spunta un nuovo problema al software del 737 Max
La società in una nota: «Stiamo effettuando gli aggiornamenti necessari». Il velivolo è a terra ormai da dieci mesi
STATI UNITI
3 ore
Sparatoria a Salt Lake City: quattro morti
Non è ancora chiaro se si tratti di una strage familiare
FOTO
ITALIA
14 ore
È davvero un Klimt da 66 milioni quello trovato nascosto in un muro
E per la precisione era il "Ritratto di Signora" scomparso nel 1997 a Piacenza, a trovarlo dei giardinieri impegnati a strappare dell'edera
STATI UNITI
15 ore
Sono loro la difesa "stellare" di Trump per il processo di impeachment
Una vero e proprio all-star team legale per il presidente Usa nel quale spiccano soprattutto due avvocati tanto celebri quanto temibili
CINA
15 ore
Anche la grande Cina inizia a dare segni di rallentamento
Il 2019 è l'anno peggiore per la crescita dal 1990. Ma è colpa solamente della guerra dei dazi con gli Stati Uniti?
FOTO
FRANCIA
19 ore
Louvre bloccato, scintille tra manifestanti e turisti
Alcuni visitatori hanno contestato la decisione degli scioperanti d'impedire l'accesso al museo
STATI UNITI
22 ore
«Esplora le nostre caverne»: lo Utah ritira la campagna pro-preservativo giudicata troppo volgare
Doppi sensi e allusioni piuttosto esplicite sulle nuove confezioni di profilattici distribuiti dallo Stato. Il governatore: «Così non va, sono pagate coi soldi dei contribuenti»
STATI UNITI
1 gior
«Ha atteso per 32 anni che la polizia bussasse alla sua porta»
La madre di un neonato morto assiderato nel 1988 è stata identificata. Lo aveva abbandonato in un parcheggio. Ma non sconterà alcuna pena
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile