Keystone
ITALIA
13.05.18 - 18:330

Metro di Roma: dopo 7 anni apre la stazione-museo

È un unicum che però vanta a livello concettuale 'predecessori' illustri, come la stazione del Louvre a Parigi

ROMA - Avrebbe dovuto essere inaugurata nel 2011, stando alle prime previsioni. E invece ha aperto questo fine settimana la stazione San Giovanni della metro C, quasi sette anni dopo. Una linea molto attesa dai cittadini in quanto connette la terza linea metropolitana di Roma, che ha capolinea a Pantano e attraversa linearmente la periferia est della città, con la metro A, consentendo collegamenti più agili con il centro.

Molti i curiosi che, oltre a voler sperimentare i primi viaggi dalla nuova stazione, si sono soffermati a visitare l'interno della fermata metro: la prima archeo-stazione di Roma. Si tratta di unicum nel suo genere, che però vanta a livello concettuale 'predecessori' illustri tra le stazioni metropolitane internazionali. Una per tutte quella di Parigi, Louvre Rivoli, che suggerisce l'arrivo al museo del Louvre con riproduzioni di statue e reperti di arte antica. La seconda 'stazione-museo' di Roma sarà proprio quella successiva a San Giovanni e subito precedente al Colosseo: Amba Aradam.

Al momento la frequenza dei treni non è pari altre metropolitane di Roma: 12 minuti. Ma l'obiettivo è ridurla prima a otto e poi, negli anni, a quattro. La tecnologia utilizzata è quella 'senza guidatore'. Per il Codacons, che punta il dito contro il ritardo nell'apertura di San Giovanni e i costi della linea ("un miliardo in più rispetto alle spese previste"), il rischio è "quello di mega-congestioni quotidiane presso lo scambio con la linea A a San Giovanni nelle ore di punta. Per evitare disagi all'utenza è necessario incrementare la frequenza dei treni sulla linea C". Fino ad oggi circa 40 mila persone al giorno hanno utilizzato la tratta Lodi-Pantano. Con San Giovanni si stima cresceranno a 50/60 mila utenti, per poi arrivare in una seconda fase a 100 mila passeggeri.
 
 

Commenti
 
TOP NEWS Dal Mondo
BRASILE
1 ora
Ricavano corde dalle lenzuola ed evadono dal carcere
Almeno 26 detenuti sono riusciti a fuggire da un carcere di Rio Branco. La maxi evasione è avvenuta a qualche ora di distanza da quella della città paraguaiana di Pedro Juan Cabellero
FOTO
CINA
2 ore
Non più solo Wuhan: il virus misterioso si sta espandendo
L'avvicinarsi del Capodanno cinese non fa che accrescere le preoccupazioni delle autorità
STATI UNITI
4 ore
«I dazi Usa sulle auto dall'Ue avrebbero conseguenze nefaste»
La zona Euro ne risentirebbe, parola del Fondo monetario internazionale
FOTO
ITALIA
4 ore
Si è autodenunciato il ladro del Klimt milionario di Piacenza
Si tratterebbe di un 60enne, criminale (e un po' gentiluomo) di lungo corso in Emilia: «Volevo restituirlo, come regalo alla città»
MONDO
6 ore
Oggi è il Blue Monday, il giorno più triste dell’anno (o forse no)
Gennaio non è sicuramente il mese più felice, ma sulla data precisa la comunità scientifica non è d'accordo
FOTO
AUSTRALIA
9 ore
Prima il fuoco, poi le tempeste
Non c'è pace in Australia e le piogge, per quanto intense, non hanno risolto l'emergenza incendi
STATI UNITI
11 ore
Paura alle Hawaii, uomo sfrattato uccide due agenti di polizia
Poi, non contento, ha dato fuoco all'abitazione, e le fiamme hanno raggiunto altre undici case
FOTO
PARAGUAY
12 ore
76 detenuti evadono grazie a un tunnel
C'è il «forte sospetto» che le autorità carcerarie fossero in combutta
STATI UNITI
13 ore
Spari in un locale in Texas, due morti e cinque feriti
Al momento la polizia non ha effettuato alcun arresto
HONDURAS
13 ore
Dal Ticino all'Honduras che fugge: «Il Paese è in un circolo vizioso»
Delegato della Croce Rossa Svizzera, il malcantonese Fabio Baiardi ci ha parlato delle sfide che affronta lo Stato centroamericano, dal quale è partita una nuova carovana di migranti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile