Keystone / AP
REGNO UNITO
11.02.18 - 10:570

Oxfam, lo scandalo sessuale si allarga

Nel 2017 l'associazione sarebbe stata coinvolta in 87 episodi di comportamento improprio di suo personale in missione all'estero

LONDRA - Non solo i festini con prostitute a Haiti e non solo l'Oxfam. Si allarga, sulla stampa britannica, lo scandalo sugli abusi sessuali attribuiti ad alcuni volontari e coordinatori di organizzazioni non governative umanitarie.

Il Times, che ha scoperchiato per primo la vicenda, allarga oggi l'obiettivo, riferendo che nel 2017 la stessa Oxfam sarebbe stata coinvolta in 87 episodi di comportamento improprio di suo personale in missione all'estero (53 dei quali denunciati alla polizia e con 20 addetti silurati), Save the Children in 31 (10 dei quali denunciati) e Christian Aid in due. Mentre la Croce Rossa britannica ammette 5 casi di sospette molestie in patria.

L'Observer, domenicale del Guardian, svela da parte sua che rapporti di rappresentanti Oxfam con giovani prostitute erano stati già denunciati nel 2006 in Ciad, dove il capo missione era sempre Roland van Hauwermeiren, poi dimessosi nel 2011 per i festini organizzati a Haiti. Oxfam, pur negando gli insabbiamenti, riconosce ora che i comportamenti di «una piccola parte» del suo staff sono stati «vergognosi».

TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report