Keystone / EPA Ansa
VATICANO
05.02.18 - 12:120
Aggiornamento : 12:30

Il Papa riceve Erdogan

Francesco ha donato al presidente turco un medaglione: «Questo è un angelo della pace che strangola il demone della guerra. È simbolo di un mondo basato sulla pace e la giustizia»

CITTÀ DEL VATICANO - È durata circa cinquanta minuti l'udienza di Papa Francesco al presidente della Turchia Recep Tayyip Erdogan. «Vi ringrazio per il vostro interesse», ha detto Erdogan al Papa arrivando in Vaticano, secondo quanto riferito dai presenti. Il Papa a sua volta ha ringraziato per la visita. L'incontro si è svolto in un clima cordiale e sorridente.

Il Papa ha donato ad Erdogan un medaglione rappresentante un angelo spiegando: «Questo è un angelo della pace che strangola il demone della guerra. È simbolo di un mondo basato sulla pace e la giustizia».

Nella delegazione turca che accompagnava il presidente Erdogan in Vaticano c'erano una ventina di persone, che sono entrate dopo il colloquio privato tra Bergoglio e il presidente, avvenuto alla presenza dei soli interpreti. Nella delegazione anche la moglie e la figlia del presidente e cinque ministri, tra i quali il marito della figlia presente all'incontro. Erano sei le donne in tutto (delle quali quattro indossavano il velo).

Erdogan ha donato al Papa un grande quadro di ceramica con il panorama di Istanbul e un cofanetto di libri del teologo musulmano Mevlana Rumi.

Il pontefice, oltre al medaglione con l'angelo della pace, ha donato ad Erdogan un'acquaforte con il disegno della basilica di San Pietro così come era nel 1600, una copia dell'Enciclica "Laudato si'" e il suo Messaggio per la Giornata della pace di quest'anno.

Erdogan, concluso l'incontro con il Papa, ha visto il Segretario di Stato Vaticano, il cardinale Pietro Parolin. Successivamente - secondo quanto riferiscono fonti turche al seguito del presidente - dovrebbe visitare la Basilica vaticana accompagnato dalla moglie. Per Erdogan questa è la sua prima visita in Vaticano.

Intanto è iniziata nei giardini di Castel Sant'Angelo la manifestazione contro la visita di Erdogan a Roma. Tra gli striscioni esposti "Stato turco assassino", "Boia Erdogan! Giù le mani dal Kurdistan", "Erdogan = Turchia autostrada per i terroristi". Il sit-in è stato indetto dalla Rete Kurdistan Italia. Ad aderire alla manifestazione la rete 'No bavaglio' e la Federazione nazionale stampa italiana. I manifestanti intonano cori "Assassino Erdogan". L'area, poco distante da San Pietro dove stamattina il presidente è stato ricevuto dal Papa, è super presidiata. Diversi i blindati e anche un idrante davanti a Castel Sant'Angelo. «Una parte della popolazione rifiuta la visita di Stato» dicono i manifestanti.

In piazza anche bandiere e uno striscione con il volto di Abdullah Öcalan, politico, guerrigliero e rivoluzionario curdo con cittadinanza turca, leader del Partito dei Lavoratori del Kurdistan Esposte diverse foto di bombardamenti e bambini feriti. I manifestanti intonano cori "Ieri Hitler oggi Erdogan".

Protesta anche a Venezia - Presidio stamane a Venezia mattina davanti alla Basilica di San Marco per protestare contro la visita odierna del presidente turco Recep Tayyip Erdogan a Papa Francesco.

«Erdogan è un terrorista, è responsabile del bombardamento di Afrin e della repressione del popolo curdo», sono le accuse lanciate da alcune decine di attivisti dei Centri sociali del Nordest e dell'associazione Ya Basta Edi Bese che, poco prima delle 11.30, hanno srotolato degli striscioni davanti alla Basilica.

Al megafono è stato spiegato il motivo dell'iniziativa, mentre alcuni manifestanti, che erano nel frattempo entrati nell'edificio sacro come normali turisti, hanno acceso un fumogeno dal loggiato, srotolando un altro striscione con scritto "Erdogan Bloody handed".

TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
16 sec
Gli Stati Uniti vogliono bandire TikTok: «Condivide le informazioni col Partito Comunista cinese»
Lo sostiene Mike Pompeo che dichiara guerra alle app made in China, ma l'azienda nega categoricamente
STATI UNITI
20 min
Denunciò un'aggressione inesistente, ora rischia fino a un anno di carcere
L'uomo, un afroamericano, le aveva chiesto di mettere il guinzaglio al suo cane e lei aveva chiamato la polizia
CINA / STATI UNITI
2 ore
Pompeo: «A Hong Kong censura orwelliana»
La legge sulla sicurezza non è una «sventura», ha dichiarato la governatrice Carrie Lam
STATI UNITI
2 ore
Brooks Brothers verso la bancarotta
Ci sono vari gruppi interessati al colosso dell'abbigliamento
CINA
3 ore
TikTok sta per andarsene da Hong Kong
È una conseguenza della messa in opera della nuova legge sulla sicurezza
BRASILE
3 ore
Bolsonaro ha sintomi compatibili con il coronavirus
I risultati sono attesi per questo pomeriggio
INDIA
4 ore
Morde una bomba: bambino ferito alla bocca
Il dispositivo giaceva in un campo ai margini della foresta. Il piccolo dovrà ricevere cure specialistiche.
SPAGNA
13 ore
Immunità al Covid? In Spagna siamo solo al 5%
Lancet ha pubblicato i risultati di una vasta indagine sulla sieroprevalenza della popolazione spagnola
FRANCIA
13 ore
«Senza mascherina non salite»: autista picchiato a sangue
Il 50enne ha subito gravi lesioni alla testa e si trova in stato di morte cerebrale
REGNO UNITO
15 ore
Il Principe Andrea ha avvicinato un avvocato di “innominabili”?
Per affrontare gli strascichi dell'affaire Epstein, ricevendo però un no. Almeno stando al New York Times
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile