Keystone
IRAN
07.01.18 - 19:510

Al bando l'insegnamento dell'inglese nelle scuole primarie

Secondo i leader islamici la lingua di Shakespeare spianerebbe la via ad un'invasione culturale

TEHERAN - L'Iran ha messo al bando la lingua inglese nelle scuole primarie dopo il monito lanciato da leader islamici secondo i quali l'insegnamento precoce di questa lingua spiana la via «a un'invasione culturale» occidentale.

Lo scrivono i media inglesi citando un discorso televisivo di Mehdi Navid-Adham, capo dell'alto consiglio per l'educazione in Iran.

«Insegnare l'inglese nelle scuole primarie governative e non governative è contro le leggi e le regole - ha detto Mehdi Navid-Adham - Il presupposto è che nell'istruzione primaria degli studenti siano poste le basi della cultura iraniana».

In Iran l'insegnamento dell'inglese di norma comincia nella scuola secondaria, a 12-14 anni, ma alcune scuole primarie mettono in programma l'inglese anche prima. Inoltre alcuni bambini lo studiano in orario post-scolastico mentre i figli delle famiglie più ricche lo studiano nelle scuole private.

I leader islamici hanno spesso lanciato moniti sul pericolo di una «invasione culturale». L'ayatollah Alì Khamenei aveva definito l'insegnamento dell'inglese un "oltraggio" già nel 2016.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 2 anni fa su tio
Poveracci!
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile