CITTÀ DEL VATICANO
07.10.17 - 20:000

Papa Francesco: «No ai preti da salotto»

CITTÀ DEL VATICANO - No ai  «preti da salotto», a quelli che hanno «ambizioni umane» e no anche ai «preti spenti» che non si lasciano «plasmare» giorno per giorno dal Vasaio, che è Dio. Il Papa oggi ha ricevuto in udienza la Congregazione per il Clero e ha parlato loro della formazione dei sacerdoti. Questione che non si esaurisce "in qualche aggiornamento culturale" ma che invece deve essere coltivata lungo tutto il cammino.

E per questo il Papa ha chiesto a Rettori di seminari, direttori spirituali e vescovi «una cura speciale per le vocazioni al sacerdozio». Un appello che risuona quanto mai necessario proprio nel giorno in cui i Legionari di Cristo rendono nota la vicenda di Padre Oscar Turrion, Rettore del loro Pontificio Collegio internazionale Maria Mater Ecclesiae di Roma, fino a qualche mese fa, quando la sua ammissione di avere una relazione e due figli ha mosso la Congregazione a chiedere alla Santa Sede la nomina di un nuovo Rettore arrivato ad agosto.

Il prete - ha detto il Papa ricevendo i partecipanti al convegno internazionale sulla formazione sacerdotale - si forma «fuggendo sia da una spiritualità senza carne, sia, viceversa, da un impegno mondano senza Dio». «La domanda che deve scavarci dentro, quando scendiamo nella bottega del vasaio, è questa: Che prete desidero essere? Un 'prete da salotto', uno tranquillo e sistemato, oppure un discepolo missionario a cui arde il cuore per il Maestro e per il Popolo di Dio?».

E il pontefice ha rimarcato che la vita sacerdotale deve essere un cammino in cui si fanno delle scelte.  «Per essere protagonista della propria formazione, il seminarista o il prete dovrà dire dei 'sì' e dei 'no'. Più che il rumore delle ambizioni umane, preferirà il silenzio e la preghiera; più che la fiducia nelle proprie opere, saprà abbandonarsi nelle mani del vasaio e alla sua provvidente creatività; più che da schemi precostituiti, si lascerà guidare da una salutare inquietudine del cuore, così da orientare la propria incompiutezza verso la gioia dell'incontro con Dio e con i fratelli. Più che l'isolamento, cercherà l'amicizia con i fratelli nel sacerdozio e con la propria gente, sapendo che la sua vocazione nasce da un incontro d'amore: quello con Gesù e quello con il Popolo di Dio», ha sottolineato il Papa.

«Il tema della formazione sacerdotale - ha concluso Papa Francesco - è determinante per la missione della Chiesa: il rinnovamento della fede e il futuro delle vocazioni è possibile solo se abbiamo preti ben formati».
 
 

TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
51 min

Sigarette elettroniche: negli Stati Uniti la settima vittima

Un uomo è morto in California. Come negli altri casi, il decesso è avvenuto per una grave insufficienza polmonare

STATI UNITI
1 ora

Manifestazioni per il clima: a New York 1 milione di scolari potranno saltare la scuola

La Città ha escluso penalizzazioni per chi, venerdì, parteciperà ai cortei. Greta Thunberg: «Ci vediamo in strada»

ITALIA
4 ore

Greta non è una bimba di Bibbiano

La giovane invitata a Pontida da Salvini è comasca ed è stata allontanata dalla madre su parere di servizi sociali che fanno riferimento a un'amministrazione leghista

FOTO
STATI UNITI
6 ore

Cani anti-bomba donati dagli Usa alla Giordania lasciati a morire di fame

Forniti per la lotta al terrorismo sono vittime di abusi e negligenza sistematica come riporta un'indagine americana

ITALIA
9 ore

Renzi esce dal PD, ma garantisce il sostegno a Conte

«Siamo 1 a 0 contro il populismo, è importante sconfiggere Salvini fra la gente, non solo politicamente» ha dichiarato al Times

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile