Keystone
COREA DEL NORD
11.08.17 - 09:210
Aggiornamento : 11:59

La minaccia di Pyongyang: «Cancelleremo gli Stati Uniti»

I toni fra le due potenze stanno raggiungendo livelli molto pericolosi. Trump: «La Corea del Nord deve stare attenta, o sarà nei guai»

PYONGYANG - Un botta e risposta senza tregua che sta portando la tensione a livelli pericolosi. Dopo le ultime esternazioni di Donald Trump l'agenzia ufficiale della Corea del Nord ha comunicato l’intento di Pyongyang di «cancellare dalla faccia della terra gli Stati Uniti».

Non vengono usati mezzi termini, «verrà sferrato un attacco senza alcuna pietà contro i provocatori (Trump, ndr) che fanno tentativi disperati di soffocare il Paese socialista. Gli Usa soffriranno una vergognosa sconfitta e un destino tragico e definitivo se persisteranno nelle loro avventure militari, sanzioni e pressioni contro il regime di Kim Jong-un».

La minaccia dell’attacco contro Guam - Nella gara con gli Stati Uniti sul rialzo dei toni, della retorica e delle minacce, nella giornata di ieri la Corea del Nord non solo aveva espresso la volontà di sferrare l'attacco contro Guam, isola avamposto territoriale e militare Usa nel mar delle Filippine, ma aveva indicato che sta «seriamente valutando il lancio contemporaneo di 4 missili a raggio intermedio Hwasong-12 per intimidire gli asset di Marina e Aeronautica americane».

Nella serata di ieri Trump ha quindi voluto mettere in guardia Pyongyang: «La Corea del Nord deve stare attenta, o sarà nei guai come pochi Paesi sono mai stati prima».  Queste parole sono state giustificate sostenendo che forse «il monito di scatenare "fuoco e furia" contro la Corea del Nord non è stato abbastanza duro».

Il presidente americano ha comunque aggiunto che «gli americani e i nostri alleati sono al sicuro».

Note positive per gli Usa - Il portavoce del Dipartimento di stato americano ha invece dichiarato: «Il nostro pressing sulla Corea del Nord sta funzionando», sottolineando lo sforzo del segretario di stato Rex Tillerson nel fare pressione sui Paesi che ancora intrattengono rapporti con i nordcoreani.

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
miba 3 anni fa su tio
Qualcosa mi dice che con il 45. presidente degli USA saranno disastri in tutto il mondo......
Lonely Cat 3 anni fa su tio
Al Giappone ne sono bastate due per capire. Chissà quante ne serviranno perché capisca anche questo socialista?
gp46 3 anni fa su tio
Chi e come venga eletto in un paese comunista é tristemente noto, ma ancora piu' triste é sapere che Trump sia stato eletto dal popolo....non che l'alternativa proposta sarebbe stata migliore,intendiamoci, ma questo é un altro discorso..
MIM 3 anni fa su tio
@gp46 Quindi tifi per il koreano? Complimenti
gp46 3 anni fa su tio
@MIM E questo dove l'hai letto?
MIM 3 anni fa su tio
@gp46 E' triste essere eletto "come i comunisti", ma è ancora più triste essere eletto democraticamente dal popolo. Spiegami questa frase :-)
gp46 3 anni fa su tio
@MIM La tristezza non sta nel fatto di essere eletti democraticamente, ma che in un paese con 300 mio. di abitanti non si siano trovati due candidati migliori..
MIM 3 anni fa su tio
@gp46 Bhè, forse non è di tuo gradimento, ma per altri lo è :-)
bledsoe 3 anni fa su tio
@MIM D'accordissimo: il giornalismo è talmente di parte (anche) su Trump che ad alcuni sembra che tutta l'opinione pubblica lo trovi inadatto.
gp46 3 anni fa su tio
@MIM Infatti si chiama democrazia non a caso.. :)
Lore62 3 anni fa su tio
...certo che dare il controllo dell'atomica a questi due, è come dare una pistola a un bambino...
Equalizer 3 anni fa su tio
@Lore62 Il fatto è che il Ciün In Coreano non capisce contro chi si sta mettendo, dicevano che era stato educato in Svizzera, ma da quello che vedo doveva sempre essere in malattia!
GI 3 anni fa su tio
Finalmente qualcuno che ha una buona idea.....chissà mai che il buon DT non riveda le sue manie.....
neuropoli 3 anni fa su tio
chissà come mai da quando c'è il "biondo" le cose stanno andando sempre peggio. se ci fosse stato ancora un Obama, probabilmente queste cose non succederebbero.
MIM 3 anni fa su tio
@neuropoli Certo, con Obama il koreano non c'era... ma per favore.
mariposa 3 anni fa su tio
@MIM certo che c'era, la differenza è che Mr Obama non cadeva nella trappola delle provocazioni del piccoletto
MIM 3 anni fa su tio
@mariposa Forse hai la memoria corta
mariposa 3 anni fa su tio
@MIM illuminami...
MIM 3 anni fa su tio
@mariposa Marzo 2010: Obama contro Pyongyang e pieno appoggio a Korea del sud Marzo 2012: Obama a Pyongyang: basta minacce Settembre 2016: Obama annuncia nuove sanzioni contro Pyongyang Settembre 2016: Obama: Pyongyang minaccia per la sicurezza globale aprile 2017: Pyongyang afferma che la politica di Trump assomiglia a quella di Obama ... cercatene altre se vuoi. Lo sanno tutti che il koreano è un pazzo
mariposa 3 anni fa su tio
@MIM bene e visto che mi hai illuminato... dove sta scritto che Obama abbia minacciato con "risponderemo con fuoco e furia" alla Corea? qui si parla di guerra
mariposa 3 anni fa su tio
e darsene di santa ragione (assieme a tutto il loro staff) e poi dovrebbero rinchiuderli a vita (quello che restadi loro). è inaudito quanto abbiano voglia di giocare alla guerra. Due capricciosi che giocano con la vita di migliaia di persone ed il mondo intero. Che credibilità hanno? NESSUNA, vale per entrambi
clay 3 anni fa su tio
Non avete capito !?.....trump vuol fare un resort in corea del nord....percio ha bisogno di spazio per il golf...piscine...SPA....e tutto il resto...e i coreani che rimangono...lavoreranno per i resort
dudo 3 anni fa su tio
Uno una volta ha detto: i politici sono come i piccioni, quando sono in basso ti mangiano fuori dalla mano, quando sono in alto cagano sul popolo. E questo vale anche per casa nostra.
MIM 3 anni fa su tio
Ma con tutte le tecnologie di oggi, possibile che non si possa colpirlo in mezzo agli occhi da lontano? A chi fa comodo questa marionetta koreana?
pontsort 3 anni fa su tio
@MIM Esattamente il modo di pensare degli usa degli ultimi anni. Fare fuori un leader scomodo e considerare la guerra vinta.... E se invece provassero a fare la parte matura smettendo di provocare?
MIM 3 anni fa su tio
@pontsort io non lo definisco un leader, ma un dittatore che tiene il suo paese e i suoi abitanti in un limbo di schiavitù e sottomissione totale, dove la democrazia non esiste per niente. Ucciderlo equivale a fare in primis un favore ai koreani del nord.
pontsort 3 anni fa su tio
@MIM Per me un dittatore é comunque un leader, in quanto é lui a comandare e reggere il potere, Ma non é questo il succo. Se elimini lui devi eliminare anche tutti i potenziali subentranti, altrimenti ci sarebbe solo una rotazione con nessuna garanzia che il futuro dittatore sia più ragionevole. E non é nemmeno escluso che si finisca in una situazione di caos dove fazioni diverse cercano di prendere il potere. Sembra che quanto gia successo in altre nazioni non abbia insegnato nulla.
bobà 3 anni fa su tio
... un bambinone così viziato, che aveva già tutto e gli mancava solo il giocattolo "casa bianca"
hush 3 anni fa su tio
mi starebbe anche bene se scomparissero gli stati uniti.... Peccato che tutto ciò non è un video gioco. Due bambini mocciosi che giocano col mondo... abbastanza raccappricciante... senza ritegno.
MIM 3 anni fa su tio
@hush Qui che sta giocando e fa il moccioso vedo solo il koreano: mettiti gli occhiali.
Frankeat 3 anni fa su tio
@hush Quindi cancelliamo gli Stati Uniti e salviamo la Corea del Nord?
hush 3 anni fa su tio
@Frankeat l'ideale sarebbe tutti e due però visto che non si può posso solo sperare che usino finalmente la testa e siano consapevoli di ciò che stanno facendo. Non sono nè per gli Stati Uniti nè per la Corea del Nord. Non condivido nè la politica dell' uno nè dell'altro. spero solo non mettano nei guai il mondo intero
hush 3 anni fa su tio
@MIM sei proprio sicura/o?
El Jardinero 3 anni fa su tio
@MIM Assolutamente no anche il ciuffo biondo ha la sua parte
MIM 3 anni fa su tio
@hush si certo, anche la Cina (finalmente) sta prendendo le distanze da questo pazzo.
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
39 min
«Trump tratta la presidenza come un reality show»
Barack Obama non ha risparmiato accuse all'indirizzo del suo successore alla Casa Bianca.
COREA DEL SUD
48 min
Samsung: è morto il presidente Lee Kun-hee
È stato l'artefice della trasformazione di Samsung da un'azienda locale a un colosso mondiale.
EUROPA
11 ore
L'Europa si divincola tra record di casi e nuove strette
Una situazione cui i cittadini sembrano reagire con un mix di preoccupazione, noncuranza e ribellione
FRANCIA / TURCHIA
14 ore
Erdogan mette in dubbio la "salute mentale" di Macron
L'Eliseo ha denunciato le frasi del presidente turco, definendole «inaccettabili»
STATI UNITI
17 ore
Elezioni USA: possibile affluenza da record, Trump al seggio
Il Presidente ha preferito, nonostante il Covid, votare dal vivo: «Sono all'antica, immagino»
FRANCIA
20 ore
Lusso: trimestre sopra le aspettative per i principali marchi
Dopo una primavera difficile, gruppi come Moncler e Kering chiudono il 3° periodo dell'anno meglio del previsto.
ITALIA
21 ore
Covid-19: in Italia pronto soccorso «presi d'assalto»
A lanciare l'allarme è il presidente della Società italiana medicina d'emergenza: «C'è chi resta 3-5 giorni».
VIDEO
GERMANIA
21 ore
«Di nuovo: restate a casa»
Con un gesto inusuale, la cancelliera tedesca ha voluto sottolineare come la sua posizione non sia cambiata.
AZERBAIGIAN
21 ore
Crimini di guerra? Scatta l'indagine
Nei due filmati si vedrebbero due armeni uccisi da militari azeri. Per la BBC, sono potenzialmente autentici.
STATI UNITI
1 gior
Joe Biden: «Se vinco, vaccino gratis per tutti»
Il candidato democratico alla Casa Bianca ha parlato del suo piano di lotta alla pandemia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile