Keystone
BOSNIA ED ERZEGOVINA
09.03.17 - 18:520

Aggressione e genocidio in Bosnia: no dell'Aia alla revisione

La Corte aveva assolto la Serbia da queste accuse nel 2007. Sarajevo chiedeva di rivedere la sentenza

SARAJEVO - La Corte internazionale di giustizia dell'Aia (Cig) non ha accolto la richiesta di revisione della sentenza del 26 febbraio 2007 su denuncia della Bosnia ed Erzegovina contro la Serbia per aggressione e genocidio nella guerra 1992-1995. La richiesta era stata avanzata in particolare dalla componente musulmana del Paese e osteggiata dai serbo bosniaci. Lo hanno reso noto i media bosniaci.

Il segretario generale della Corte, Philippe Couvreur, ha inviato in merito una lettera a ciascun membro della Presidenza tripartita della Bosnia, al serbo Mladen Ivanic, che è attualmente presidente di turno, al musulmano Bakir Izetbegovic e al croato Dragan Covic, i quali a loro volta avevano inviato, il mese scorso, lettere alla Corte.

«La Corte ritiene che il contenuto di quelle lettere dimostri che nessuna decisione era stata presa dagli organi competenti e a nome dello Stato di Bosnia Erzegovina», si legge nella lettera del segretario generale della Cig.

Quella della Corte internazionale di giustizia è una decisione politica, ha commentato Izetbegovic. «Abbiamo fatto di tutto - ha aggiunto, citato dall'agenzia Fena - perché siano soddisfatte la verità e la giustizia e anche in futuro si farà di tutto perché l'ingiustizia non predomini».

La richiesta di revisione, sulla quale hanno insistito una parte dell'opinione pubblica e numerose associazioni dei reduci e delle vittime di guerra, aveva inciso negativamente sulle relazioni interne alla Bosnia nonché sui rapporti tra Sarajevo e Belgrado.

Nel 2007 la Corte internazionale di giustizia aveva condannato la Serbia per non aver impedito né punito il genocidio di Srebrenica, in cui i serbi nel 1995 massacrarono in pochi giorni oltre otto mila musulmani, ma l'aveva assolta dall'accusa di aggressione e di aver partecipato a quello e ad altri crimini di guerra in varie parti della Bosnia.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Dal Mondo
ISRAELE
39 min
Gli aiuti non arrivano, proteste in Israele
In 30mila in piazza a Tel Aviv, i manifestanti chiedono le dimissioni di Netanyahu
BOSNIA-ERZEGOVINA
2 ore
Cosa succede nei Balcani?
Nell'anniversario di Srebrenica continuano ad accelerare i contagi. In Bosnia raggiunto un nuovo picco giornaliero
REGNO UNITO
3 ore
Covid, gli inglesi si mettono a dieta
Il governo di Londra dichiara guerra all'obesità, per prevenire la seconda ondata di coronavirus
FRANCIA
3 ore
Autista ucciso per le mascherine: la Francia è sotto shock
Picchiato selvaggiamente da dei giovani a cui aveva impedito di salire sul bus. Il governo: «Punizione esemplare»
ITALIA
5 ore
Il virus rallenta in Italia
Sono 88 meno di ieri, e diminuiscono anche i decessi
GIAPPONE
6 ore
Anche i marines si ammalano di Covid
Decine di casi in una base americana a Okinawa. Le autorità giapponesi sono preoccupate
ITALIA
8 ore
Reddito di cittadinanza, beccati due "furbetti"
Un 48enne in odore di Mafia a Corleone e una 60enne che gestiva una casa di riposo a Rimini sono stati denunciati.
MONDO
10 ore
Oltre 560'000 vittime nel mondo
Il bilancio complessivo dei casi si appresta ad abbattere il muro dei 12,5 milioni.
STATI UNITI
10 ore
Cura a base di candeggina, incriminato il santone
Mark Grenon, assieme ai figli, avrebbe venduto un preparato in grado di curare i malati di coronavirus.
ITALIA
11 ore
Una «chat dell'orrore» con violenze e mutilazioni: venti minori coinvolti
Sui telefonini dei giovani anche filmati pedofili e immagini di suicidi e decapitazioni.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile