STATI UNITI
03.11.16 - 17:160
Aggiornamento : 18:37

Teenager accusa il capo dell'Fbi

Si tratta della protagonista del caso di sexting che coinvolge Anthony Weiner, ex marito del braccio destro della Clinton Huma Abedin

WASHINGTON - Il capo dell'Fbi, James Comey, è stato duramente criticato per l'annuncio del supplemento d'inchiesta sulle nuove email collegate a Hillary Clinton anche dalla minorenne vittima del sexting che ha portato alla loro scoperta.

«Ora la aggiungo alla lista delle persone che mi hanno reso una vittima», scrive in una lettera aperta la quindicenne (ora sedicenne) destinataria di alcuni dei messaggini a sfondo sessuale inviati da Antony Weiner, l'ex marito di Huma Abedin, la più stretta collaboratrice di Clinton.

Le mail apparentemente "pertinenti" con l'inchiesta sul server privato usato dalla candidata democratica quando era segretario di stato sono state trovate nel laptop di Weiner.

La rivelazione ha reso un inferno la vita della ragazzina, che denuncia il tradimento di fiducia da parte delle istituzioni e l'assedio dei giornalisti. «Pensavo che il suo lavoro come direttore dell'Fbi fosse quello di proteggere me. Pensavo che cooperando con l'indagine la mia identità come minore sarebbe rimasta segreta. Ora non più, la mia famiglia ed io siamo travolti da telefonate e email di reporter», si legge nella lettera, pubblicata da Buzzfeed.

«Avevo raccontato la mia storia in origine per proteggere altre ragazze in modo che non diventassero vittima di predatori online», spiega la minore, rammaricata dal fatto di essere stata invece accusata su un giornale di aver fatto rimontare Trump e di compromettere le elezioni di Hillary.

«Anthony Weiner è una persona che abusa. La sua lettera (per informare il Congresso, ndr) ha contribuito a perpetuare questo abuso. Come posso ricostruire la mia vita quando lei ha trasformato la mia storia nello scopo di ogni cronista?'', conclude, firmandosi «una ragazza che ha perso la sua fede nell'America».

TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report