STATI UNITI
13.09.16 - 06:310
Aggiornamento : 08:17

Fa dormire suo figlio neonato a letto con lei e il piccolo muore: incriminata

La donna è accusata di omicidio. Il pediatra: «In Ticino l'interesse per gli eventuali problemi legati al bed-sharing è limitato».

PEACH BOTTOM - Già nel 2011 uno dei suoi figli, di soli 2 mesi, era morto per asfissia mentre dormiva a letto con lei. Ora la tragedia si è ripetuta. Jessica Harper, una 28enne della Pennsylvania, si è svegliata trovando un altro suo neonato, sempre di 2 mesi, morto nel suo letto. La causa del decesso, ha stabilito l’autopsia eseguita sul corpicino del piccolo, è asfissia.

I fatti risalgono al 12 luglio scorso, ma la vicenda emerge ora che la donna è stata incriminata per omicidio colposo.

Nonostante fosse stata avvertita, aveva detto che l’avrebbe «fatto comunque»

Dopo il decesso del primo bambino, diversi specialisti avevano ripetutamente intimato a Harper di evitare di far dormire il figlio più piccolo a letto con lei. L’ultimo avvertimento era arrivato dal suo pediatra solo sei giorni prima del 12 luglio scorso. La donna, come indicato dalla polizia e riportato da Abc, aveva tuttavia risposto che l’avrebbe «fatto comunque». Gli altri figli della 28enne sono stati ora affidati ai servizi sociali.

Abitudine non particolarmente diffusa in Occidente

L’abitudine di lasciare dormire i propri figli piccoli a letto con sé varia da cultura a cultura e in base alla storia personale dei genitori. Come esempio di frequenza del fenomeno in Occidente, la Società Svizzera di Pediatria (Ssp) ─ in un articolo apparso sulla sua rivista “Paediatrica” ─ cita i risultati di uno studio britannico: il 65% dei bambini dorme con i genitori saltuariamente, il 6% regolarmente, il 13% solo nel primo anno di vita e il 15% solo dopo il secondo.

In Ticino sono «molto pochi» i genitori interessati a questa pratica

Per l’esperienza del dott. Giacomo Simonetti, primario di Pediatria presso l’Eoc, in Ticino l’interesse per gli eventuali problemi che potrebbe provocarel “bed-sharing”, la condivisione del letto con i figli neonati, è limitato: «Sono molto pochi i genitori che chiedono informazioni sul tema quando vengono dimessi dall’ospedale dopo la nascita», ci spiega. L’indicazione, del resto, è quella di evitare «di principio» di far dormire i figli neonati con sé.

Aumentato rischio di morte bianca

Il rischio, al di là del soffocamento, è la “morte bianca”, il decesso senza causa apparente nei primi 12 mesi di vita: «Come indica la Società svizzera di pediatria, il rischio di morte bianca è 6 volte più alto nel caso di neonati che condividono il letto con i genitori e sono esposti a fumo passivo ─ spiega il medico ─. È invece 1,66 volte maggiore nel caso di lattanti che dormono con genitori non fumatori».

«Il posto più sicuro per far dormire un neonato è nella sua culla in camera coi genitori»

Simonetti comprende tuttavia come il desiderio di praticare il “bed-sharing” dipenda dalla cultura d’origine e dall’esperienza personale e invita perciò a tenere in ogni caso presente che «più il lattante è piccolo, più il rischio è alto». «Il posto più sicuro per far dormire un neonato è nella sua culla posta all’interno della camera dei genitori», sottolinea comunque il pediatra.  

Le indicazioni per ridurre il rischio di morte bianca

Per scongiurare il rischio di morte bianca e di soffocamento in culla, ricorda infine Simonetti, è importante fare dormire il neonato sulla schiena, non collocare troppi peluche nella culla, fissare bene le coperte per evitare che finiscano sulla testa del neonato o che lo stesso vi scivoli sotto e non riesca più a respirare, non scaldare troppo il locale (massimo 18-20°) ed evitare assolutamente il fumo passivo.    

Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
Papy Krishnasamy 3 anni fa su fb
Allora dormentata sopra di bimba!
Miry Dora 3 anni fa su fb
Beh....non mi sembra molto sveglia
Antonella Ebasta 3 anni fa su fb
Ma sto Simonetti si e' documentato bene? Mi da Di no...
Antonella Ebasta 3 anni fa su fb
Poco ci credo...
Maurizio Manzardo 3 anni fa su fb
la faccia ce lha
negang 3 anni fa su tio
Già dalla faccia si capisce che c'è qualche cosa che non quadra.
volabas 3 anni fa su tio
@negang chi l'ha messa incinta non doveva essere tanto meglio purtroppo
Anastasia Del Toro Cuomo 3 anni fa su fb
Una cosa comune, infatti non si deve dormire con i neonati che lo puoi schiacciare e succede questo...ma lo sanno tutti!
Micaela Scalabrini-Sette 3 anni fa su fb
ma non è vero ..... mia figlia ha 21 anni e mio figlio 10 anni ...è una tragedia ma non è matematico che succeda
Lisa Ri 3 anni fa su fb
infatti.. altri esperti dicono invece proprio l'opposto.. specie se si allatta il bimbo, tenerlo nel lettone evita la morte bianca, proprio perché richiedendo il seno si sveglia spesso.. il bimbo si sente più sicuro e la mamma riposa di più e il latte si produce come dovrebbe fare.. poi ovviamente ognuno fa come ritiene più giusto per sé stesso. secondo me non esiste "questo è giusto, questo è sbagliato"..
Micaela Scalabrini-Sette 3 anni fa su fb
Lisa Ri io li ho tenuti tutti e due accanto a me
Celine Roth 3 anni fa su fb
É un articolo di bassissimo livello e il ticino sembra indietro cent' anni...rassicurante sentire "specialisti" dire delle cagate simili!
Raffaella Norsa 3 anni fa su fb
Celine Roth fatti qualche domanda perché le cagate le dici tu. Tra l'altro non sono solo i pediatri ticinesi a dirlo, è forse l'unico argomento su cui non c'è discordanza tra i vari medici!
Raffaella Norsa 3 anni fa su fb
Lisa Ri fai i nomi di questi pediatri perché sono da denuncia...non è che stai parlando di vari magoni e cretini vari? Mai sentito un pediatra dire una cretinata del genere!
Imi Peralta Peralta 3 anni fa su fb
Il mio figlio a dormito sempre con me, certo io ero sempre sveglia non dormivo mai ,bisogna stare attenta direi?
Agnese Gio 3 anni fa su fb
Sempre tenuto con me tutti i miei figli... tutti vivi e sani!
Andreza Zaugg 3 anni fa su fb
È provato scientificamente che la mamma che dorme col bambino è sempre attenta a lui anche nel sonno... sempre che essa non prenda psicofarmaci... alcoolici... e sonniferi !
Rachele Bernardini 3 anni fa su fb
Se un pediatra ha detto queste cose c'è davvero da preoccuparsi. Bed sharing è sicuro più della culla se fatto nel modo giusto. Il problema sta nel dare ai neogenitori tutte le informazioni necessarie. In Inghilterra ti seguono in ospedale, vengono a casa e ti insegnano tutti i metodi e sta a te scegliere il più sicuro per la tua situazione familiare. Per me il bed sharing è' stato un salvavita (e salva sonno) per 4 figli. Se a questa madre era stato sconsigliato sicuramente c'erano dei motivi. Ma non si può fare di tutta l'erba un fascio. Quello che manca è l'informazione.
Antonella Ebasta 3 anni fa su fb
Veramente la letteratura scientifica dice esattamente l'opposto Cosi pure la pratica
Anastasia Del Toro Cuomo 3 anni fa su fb
Andreza Zaugg subito dopo il parto ce la stanchezza e spesso il sonno profondo...ci sono purtroppo vari casi di schiacciamento del bimbo dalla mamma.
Anastasia Del Toro Cuomo 3 anni fa su fb
Lisa Ri se la mamma è stanca dopo allattamento può cadere nel sonno profondo e non accorgersi di averlo schiacciato!
Celine Roth 3 anni fa su fb
Raffaella Norsa per curiosità in che ambito lavora? Perché ora anche negli ospedali universitari si può assistere a conferenze che smentiscono questi fatti...questo pediatra che pensa che in ticino non si pratica il bed sharing o co sleeping non sembra essere aggiornato, visto anche i commenti. I casi di morte per soffocamento che si possono trovare nella letteratura scientifica sono tutti legati all uso di sostanze da parte della madre. I pediatri informati ed aperti di mente, al giorno d'oggi dovrebbero poterne parlare (non dico consigliare) ma dire la verità e cioè: per una madre in periodo di allattamento (gli ormoni hanno un ruolo importante), non fumatrice, ovviamente non sotto effetto di droga né alcool, non é una pratica pericolisa ma anzi benefica su piú aspetti.
Andreza Zaugg 3 anni fa su fb
Anastasia Del Toro Cuomo... 2 mesi dopo il parto??
Andreza Zaugg 3 anni fa su fb
La stanchezza c'è sempre ! E quanto più crescono più la mamma diventa stanca... io sono mamma e te lo dico da mamma. Non lo dico per dire.
Rabab Ibrahim 3 anni fa su fb
Certo si e sempre in una sorta di dormiveglia.. oggi il mio nanetro fa 2 mesi dorme meta notte sul lettone con me grazie Dio tutto bene.. cosi e stato anche con la piu grande.
Lisa Ri 3 anni fa su fb
mai successo di cadere in un sonno profondo! anzi!!! basta un mugolio, un lieve ue' un lieve movimento ed ero subito sveglia!.. a parte che il primo mese mia figlia mi.dormiva sulla pancia.. il contatto con la madre è importantissimo x i.cuccioli d'uomo.. non mi è mai capitato di schiacciare nessuna delle due figlie.. poi ripeto.. co-sleeping è come portare o allattare finché il bimbo vuole.. c'è chi è pro.. e chi contro.. nessuna scelta è più giusta di un 'altra.. è solo una questione di vita familiare ..
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
11 ore

«Contro tutti i tabù» apre a Londra il Vagina Museum

Sarà in zona Camden Market si occuperà di salute, prevenzione ma anche promozione culturale. La fondatrice: «Basta con la vergogna»

FOTO
GERMANIA
12 ore

Huawei svela il Mate 30, il primo telefono colpito dal bando di Trump

Lo smartphone, che incorpora tecnologie tra le più avanzate sul mercato e che molto probabilmente snobberà Google

FOTO E VIDEO
FRANCIA
14 ore

Una pantera a spasso per i tetti di una cittadina francese

Sorpresa (e un po' di spavento) fra la popolazione di Armentières per la misteriosa apparizione del felino che è stato poi narcotizzato

STATI UNITI
18 ore

La Marina Usa conferma: «Ci sono stati fenomeni volanti non identificati»

Riferendosi a tre avvistamenti misteriosi avvenuti fra il 2017 e il 2018 e diventati virali su YouTube fra gli ufofili, è la prima ammissione di questo tipo

REGNO UNITO
21 ore

Brexit, Johnson ha 12 giorni per presentare una proposta

In caso contrario, assicura il premier finlandese che ricopre la presidenza di turno dell'Ue, «è tutto finito»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile