RUSSIA
04.04.16 - 13:180
Aggiornamento : 16:00

Panama Papers, «è Putinfobia»

Secondo il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov gli autori dello scoop sono agenti degli Stati Uniti

MOSCA - Gli autori di queste inchieste «inventano ciò che scrivono», siamo dispiaciuti dalla qualità delle indagini «sui presunti legami» del circolo del presidente e tutte queste montature si spiegano con l'alto livello di 'putinofobia' raggiunto fuori dalla Russia. Così il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov, citato dalle agenzie a proposito dei Panama Papers.

Secondo Peskov non c'è dubbio che, sebbene altri leader mondiali siano stati coinvolti nello scoop il «vero obiettivo» era il presidente russo Vladimir Putin.

«A Mosca sappiamo bene chi fa parte di questa cosiddetta comunità giornalistica, ci sono molto giornalisti la cui occupazione principale non è il giornalismo, ci sono molti ex rappresentanti del Dipartimento di Stato, Cia e altri servizi speciali», ha aggiunto Peskov. «In Russia - continua - si sa chi finanzia questi giornalisti e la loro metodica è abbastanza prevedibile».

Il Cremlino prevede in futuro altri «attacchi mediatici» al presidente Vladimir Putin e giudica l'inchiesta Panama Papers un modo per attaccare «la stabilità del paese». Secondo il portavoce Peskov, si è reso necessario denigrare Putin in seguito ai «successi dell'esercito russo in Siria e alla liberazione di Palmira, passata sotto silenzio dai media occidentali».

Il Cremlino non intende rispondere alle accuse contenute nei Panama Papers con azioni legali perché l'inchiesta si basa su «speculazioni intorno al presidente», ha detto ancora Peskov.

Sparute proteste a Mosca - Si registrano sparute azioni di protesta a Mosca dopo la pubblicazione dei Panama Papers. Singoli manifestanti - che si muovono da soli così da evitare le recenti disposizioni sugli assembramenti e dunque possibili fermi - sono apparsi in diversi luoghi chiave della città come l'ingresso del Parlamento (Duma) o la piazza rossa, davanti al Cremlino.

In tutto si tratta di nemmeno 10 persone, legate a quanto pare al movimento 'Progresso' fondato da Alexei Navalni. Le foto dei manifestanti con i cartelli di protesta - che chiedono l'impeachment per Putin - sono state diffuse sui social network da account legati al blogger e capo del fondo anti-corruzione.

 

Commenti
 
"Repubblica Elvetica" 3 anni fa su tio
Macché agenti della CIA...Putin e gli altri silovichi russi rubano alla grande e questo si sapeva anche senza prove. Sulle liste ci sono anche americani, Cameron, il primo ministro islandese, uomini d'affari dei paesi nordici, sportivi (Messi), ecc. La tipica difesa del KGB noi non abbiamo fatto niente, e' un complotto occidentale orchestrato dalla CIA...ma dai...adesso credono davvero di poterci fare credere che la CIA abbiano ingaggiato giornalisti da 25 diversi paesi, messo sulla lista anche Poroschenko tutto per arrivare a Putin...tirate fuori le prove del complotto cari silovichi ladroni poi ne riparliamo.
Tiger 3 anni fa su tio
Non sanno più cosa inventarsi per far fuori Putin. Uno dei pochi che sa come trattare gli islamisti stile isis. FORZA PUTIN!!!!
Paolo Scarduelli 3 anni fa su fb
Chi di dovere sa come stanno le cose.....Ora, ed è inutile sottolinearlo, i servizi segreti russi sono tra i migliori, e lasciatemelo dire,.......non è facile fare loro la barba. Le notizie entrano ed escono come acqua fresca........ma la verità sono in pochi a conoscerla......pochissimi a conoscerla bene......quindi diffidate delle lavandaie........
elvetico 3 anni fa su tio
Gli anglosaxon del cosiddetto Nuovo Mondo sono sempre stati degli specialisti nel rovesciare con ogni mezzo i governi che non erano e non sono di loro gradimento. Finora hanno depredato tutto quanto è stato loro possibile sul pianeta ma purtroppo non sono mai sazi e non si fermeranno mai !
Jnb 3 anni fa su tio
@elvetico Penso che con Putin non funziona.
elvetico 3 anni fa su tio
@Jnb Sperem !
sedelin 3 anni fa su tio
è fobia anche di tutti gli altri?!
Sandro Penzo 3 anni fa su fb
Si fa presto a vedere se c'entra il Puttino. Si congelano i valori scovati e si sta a vedere se dà in escandescenza
Stefano Casalinuovo 3 anni fa su fb
Ma perché non andate tutti in Russia se vi piace tanto Putin?
lo spiaggiato 3 anni fa su tio
Forza Trump!
sedelin 3 anni fa su tio
@lo spiaggiato vomitevole! un maiale con il cervello da gallina.
lo spiaggiato 3 anni fa su tio
@sedelin E perché mai?... Di sicuro meno guerrafondaio dei suoi rivali, non succube alla lobby ebraica, al politically correct... Non mi psre che altri candidati come la Hilary o Ted Cruz siano meglio, anzi...
Andrea Sassella 3 anni fa su fb
putin vieni in svizzera ti regaliamo il passaporto e governaci tu
Stefano Casalinuovo 3 anni fa su fb
Vai tu in Russia, fai prima. Ah poi ci racconti....
Eliakim Cuni Berzi 3 anni fa su fb
Ebbè se il mondo fa schifo è tutta colpa di putin... sicuramente non è un santo ma in confronto ai meriCani o gl'europei è un signore....
Stefano Casalinuovo 3 anni fa su fb
Vivi un anno lì magari da gay o da libero pensatore poi mi dici
Adelino Ferreira 3 anni fa su fb
strano che nessuno americano appare nella Lista... boh...
Laura Poggio 3 anni fa su fb
Concordo con Putin. E chissà perché nella lista non c è un nord americano che sia uno
Cristina Pazzi Boillat 3 anni fa su fb
miba 3 anni fa su tio
Concordo e poi suvvia, nemmeno un americano e nemmeno un tedesco? Già questo la dice lunga....
Tiger 3 anni fa su tio
@miba Esatto.
Roberto Maggiore 3 anni fa su fb
Gli ameri-cani fanno i puritani. Ma con la Federal Reserve in casa mister Obama non ha bisogno di scomodarsi!!!!!!!!
Dalibor Stefanovic 3 anni fa su fb
Gli USA ci provano in tutti i modi!!! È Putinmania ormai!
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
7 ore
Non solo Venezia, il maltempo flagella la Penisola
Neve, mareggiate, acqua alta. Le condizioni meteo hanno fatto scattare l'allerta per rischio idrogeologico in undici Regioni
FOTO
INDIA
8 ore
Una sosta al bar per una... boccata di ossigeno
L'Oxygen bar di New Delhi offre ristoro dall'intenso inquinamento urbano. Il suo menu propone aria pura con un'ampia scelta di aromi
STATI UNITI
9 ore
Bill Gates si riprende lo scettro, è lui il più ricco del mondo
Per l'indice Bloomberg il fondatore di Microsoft vale 110 miliardi di dollari. Superato Jeff Bezos. Terzo sul podio Bernard Arnault, patron di LVMH
FOTO
ITALIA
14 ore
I turisti infastidiscono Venezia: «Ci vorrebbe un po' di rispetto»
L'allarme acqua alta - almeno per oggi - è rientrato, ma i danni subiti restano e per tornare alla normalità serve tempo. Alcuni veneziani non ci stanno: «Ci voleva una tregua, non c'è più educazione»
STATI UNITI
19 ore
Trump grazia tre militari accusati di crimini di guerra
E lo fa nonostante l'opposizione del Pentagono
ITALIA
1 gior
40 anni di Capitan Harlock, Matsumoto ha un malore
Il disegnatore giapponese, a Torino per i festeggiamenti, sarà sottoposto a una tac. Forse un ictus
CINA
1 gior
Hong Kong: la polizia arresta due studenti tedeschi
I due sono nell'ex colonia per uno scambio di studi con la Lingnan University. A entrambi è stata concessa l'assistenza consolare
STATI UNITI
1 gior
Ex ambasciatrice Usa: «Mi sentii minacciata da Trump». Lui twitta
Lo sdegno per le intimidazioni in diretta da parte del presidente americano è bipartisan
REGNO UNITO
1 gior
Caso Epstein: il principe Andrea replica alle accuse
Il duca di York si è sottoposto a un'intervista che andrà in onda domani sera sulla Bbc
ROMANIA
1 gior
Mafia del legno: aggredita troupe di Netflix
L'episodio è accaduto qualche settimana fa durante le riprese, ma è stato raccontato alla stampa solo in questi giorni da Gabriel Paun
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile