FRANCIA
22.05.15 - 11:370
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Spreco alimentare, il parlamento approva le misure

A negozi e a supermercati viene imposto di ridurre il loro spreco

PARIGI - L'Assemblea nazionale francese ha approvato all'unanimità tre emendamenti alla legge sulla transizione energetica che impongono a negozi e supermercati di ridurre il loro spreco alimentare.

Le misure, presentate dal deputato socialista ed ex sottosegretario all'Agroalimentare Guillaume Garot, prevedono in particolare il divieto per i supermercati di "rendere inutilizzabili" i prodotti scaduti o vicini alla scadenza rimasti invenduti, per esempio cospargendoli di candeggina, come molti fanno.

I punti vendita dovranno donare quelli ancora adatti al consumo umano ad associazioni caritative, oppure destinare i prodotti non più vendibili al consumo animale, al compostaggio o alla valorizzazione energetica. Per le cosiddette 'grandi superfici', i supermercati di oltre 400 metri quadri, ci sarà inoltre l'obbligo di sottoscrivere convenzioni con associazioni caritative.

Gli emendamenti sono stati approvati in un clima di consenso generale, con il sostegno di centrosinistra, centrodestra e degli ecologisti. Ma tra le aziende della grande distribuzione c'è già chi solleva dubbi, in particolare sulla mancanza di dotazioni da parte delle associazioni per conservare e distribuire in tempi utili i prodotti donati. Il promotore del provvedimento, invece, lo vede come un primo passo di un percorso in cui resta "molto da fare", in particolare sulla formazione degli operatori e sulla sensibilizzazione dei cittadini.

ats ansa

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report