AFGHANISTAN / RUSSIA
15.02.10 - 20:310
Aggiornamento : 23.11.14 - 08:08

Afghanistan, quando fu l'Armata Rossa ad arrendersi

Un pluridecorato russo: "La nostra sconfitta può insegnare solo una cosa agli americani. Non potranno mai vincere. Devono andarsene prima che sia troppo tardi"

MOSCA - Ventuno anni fa, il 15 febbraio 1989 l'ultimo militare sovietico, il generale Boris Gromov, abbandonava l'Afghanistan, una data ricordata oggi dai Talebani come un monito per il presidente americano Barack Obama.

Attraverso un ponte che collegava l'Urss al Paese invaso dieci anni prima, il generale lasciava dietro di sé una guerra che non poteva essere vinta e che aveva provocato oltre 15.000 morti nell'Armata Rossa e milioni di uccisi, mutilati e di profughi tra gli afghani.

Come hanno ricordato alcuni comandanti reduci dell'Afghanistan, l'Armata rossa aveva deciso l'invasione pensando ad un'eroica, rapida e vittoriosa campagna, ma finì impantanata tra montagne gelide, alle mercé dei 'mujaheddin', e dopo dieci anni si rese conto che l'unica via d'uscita era la ritirata.

"A volere l'invasione erano stati in quattro: Breznev, Gromyko, Ustinov e Andropov. Ed era stata un'idiozia - raccontò un ex alto funzionario del Comitato centrale del Pcus Vladimir Kuprianovic -. A decidere il ritiro, dopo qualche anno di esitazione, furono in due, Gorbaciov e Shevardnadze", allora rispettivamente presidente e ministro degli esteri sovietici.

L'anno scorso, un pluridecorato russo, Yuri Shaidurov, commentò: "La nostra sconfitta può insegnare solo una cosa agli americani. Non potranno mai vincere. Devono andarsene prima che sia troppo tardi".

ATS

Foto d'apertura: Keystone

TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
12 min
Bernie Sanders re di Las Vegas sarà lui l'anti-Trump?
Dietro di lui, con un bel distacco, Joe Biden e Buttigieg, mentre Warren e Bloomberg sembrano ormai fuori dai giochi
ITALIA
54 min
Ecco come si mette in quarantena una città intera
Posti di blocco, polizia ed esercito: così l'Italia vuole fermare il contagio da coronavirus
ITALIA
9 ore
Località isolate: non si entra e non si esce nelle aree focolaio
Un decreto legge per l'emergenza coronavirus. Salgono a 76 i contagi. Università chiuse, rinviata la Serie A
FOTO
ITALIA
13 ore
Codogno centro di un focolaio è diventato un paese fantasma
Tutto chiuso per strada, cittadini relegati in casa che comunicano con chiamate, messaggi e social network. Le immagini
ITALIA
14 ore
Salta anche la fiera degli occhiali di Milano
Mido è la più importante manifestazione del settore a livello mondiale. Era prevista dal 29 febbraio al 2 marzo
ITALIA
16 ore
Coronavirus: un caso anche in Piemonte, un altro a Milano
Il 40enne «è entrato in contatto con il ceppo lombardo». Ricoverato un 78enne di Sesto San Giovanni
ITALIA
17 ore
Coronavirus, in Italia 52 casi. «Primi per numero di contagi»
La prima vittima è un 78enne veneto. La seconda una 77enne che viveva da sola a Casalpusterlengo. Stabile il "paziente1"
STATI UNITI
20 ore
Wells Fargo ha patteggiato con le autorità Usa per 3 miliardi di dollari
Si chiude così il clamoroso scandalo dei "conti fantasma", la banca si scusa: «Nostra condotta fu riprovevole»
ITALIA
22 ore
Bimbo cade dal carro di carnevale e perde la vita
È successo a Sciacca, in provincia di Agrigento, subito annullata la manifestazione
REGNO UNITO
1 gior
Incriminato l'uomo che ha pugnalato alla gola il muezzin
L'accoltellatore era un britannico che si fingeva musulmano da diverso tempo ma per la polizia non è terrorismo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile