Dal Mondo
29.04.03 - 21:240
Aggiornamento : 13.10.14 - 13:47

Cern festeggia i 10 anni di Web e prepara la Griglia

GINEVRA - Dieci anni or sono il www è entrato nelle nostre case. Il 30 aprile 1993, il CERN di Ginevra ha annunciato che un programma ancora poco conosciuto, chiamato World Wide Web (architettura globale a ragnatela), era di dominio pubblico. L´idea era nata al Laboratorio europeo di fisica delle particelle nel marzo del 1989, dal bisogno di un "sistema di gestione decentralizzata dell´informazione" per comunicare rapidamente fra i fisici esperti in alta energia sparsi in tutto il mondo.

In quell´anno stava infatti nascendo una nuova generazione di esperimenti di fisica, realizzate attraverso collaborazioni cui partecipavano parecchie centinaia di scienziati del mondo intero; ricercatori che erano pronti per un novo modo di scambiare l´informazione su Internet - ricorda oggi il CERN.

L´apporto fondamentale fu dato dal britannico Tim Berners-Lee che mise a punto i legami ipertestuali tra sito e sito, pagina e pagina e documento e documento presenti in Internet. Alla fine del 1990, l´idea di Berners-Lee era diventata il World Wide Web (www). I primi server e programmi di navigazione erano in servizio al CERN, ma nel 1991 questi furono estesi ad altri laboratori di fisica della particelle nel mondo intero.

I programmatori iniziarono a sviluppare browser sempre più perfezionati, ma in generale limitati ai sistemi informatici usati dagli scienziati. Dopo l´annuncio del CERN dell´aprile 1993, programmi di navigazione più i facili da installare fecero la loro apparizione anche sui personal computer. In novembre, il National Center for Supercomputing Applications americano lancia ufficialmente Mosaic, il primo browser che ha fatto conoscere la "ragnatela" Web al grande publico.

L´intuito di Tim Berners-Lee è stato quello di associare ipertesto e Internet per dare al Web un uso semplice, limitato all´uso di un cursore per cliccare. La decisione del CERN di mettere a disposizione le basi e i protocolli del www senza far pagare un canone e senza altre restrizioni di sorta è stata determinante per l´esistenza della "ragnatela".

Dieci anni dopo, il laboratorio di fisica ginevrino elabora una nuova tecnologia chiamata Griglia di calcolo, che in futuro dovrebbe rimediare alle limitate capacità del Web. La "ragnatela" aveva usato interet per rivoluzionare la diffusione dell´informazione e la Griglia si prepara a fare lo stesso per ripartire le risorse infromatiche, indica il CERN. Essa decentralizzerà le risorse informatiche grazie ad una rete ad alta velocità alla quale saranno collegati i supercalcolatori, le batterie dei processori, i sistemi informatici e gli utenti.



ATS

TOP NEWS Dal Mondo
CINA
5 min

Il bando Usa a Huawei alla fine potrebbe favorire l'hi-tech asiatico

Perché secondo gli esperti il continente potrebbe arrivare a un'indipendenza tecnologica: «Si creeranno due mondi diversi»

STATI UNITI
1 ora

Si fa da sé una maglia dell'Uni e a scuola lo bullizzano, l'ateneo gli offre una borsa di studio

È successo a un allievo elementare della Florida, il suo design è poi diventato pure un fenomeno di vendite online

STATI UNITI
4 ore

In California le università dovranno fornire la pillola del giorno dopo

Una svolta controtendenza rispetto alle nazioni più conservatrici verrà applicata dal 2023 e includerà anche altre opzioni per l'interruzione di gravidanza

STATI UNITI
8 ore

10 domande per fare bella figura al colloquio di lavoro

Una serie di quesiti che possono impressionare l'esaminatore e fargli capire che siete la persona giusta per l'incarico

REGNO UNITO
21 ore

Rubato il "water d'oro" di Maurizio Cattelan

Una banda si è introdotta nel palazzo dove era custodita la toilette d'oro massiccio togliendola dalla sede dove era stata installata e provocandoo ingenti danni

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile