Fooby
Cucinare con fooby
05.03.21 - 08:180

I gambi verdi dalle mille vitamine

Chi pensa che il porro sia un ortaggio di poco conto si ­sbaglia, perché in realtà ha molte virtù

...nonostante in ­alcuni ambiti il suo nome sia usato anche come offesa.

 

Sapore
Il porro ha un sapore aromatico ma al contempo delicato. Dall’appartenenza alla famiglia degli ortaggi a bulbo ha ereditato pure una nota piccante. Ma non tutti i porri sono uguali: il porro estivo è più raffinato, mentre il porro invernale ha un sapore più intenso.

Modi di dire
Da una decina d’anni a questa parte il porro si trova anche fuori dalle cucine: giovani e rapper germanofoni utilizzano volentieri il suo nome come un insulto. All’inizio lo rivolgevano a uomini esili e poco muscolosi, nel frattempo invece vi ricorrono in generale per offendere persone ritenute inferiori. 

Stagione
Chi ha a cuore l’ambiente ­dovrebbe acquistare frutta e verdura stagionali. La relativa tabella del WWF è uno degli strumenti che indica quali frutti e ortaggi si dovrebbero comprare durante le varie ­stagioni. Il porro non andrebbe acquistato dalla metà di maggio fino alla fine di giugno.

Pulizia
A un porro pulito basta togliere le foglie esterne del ­fusto e lavarlo. Se invece si è insinuata terra tra le foglie è meglio inciderlo orizzontalmente fino a poco prima del bulbo. Così sarà possibile schiuderlo sotto l’acqua e pulirlo. In seguito si può tagliare in semi rondelle.

Se preferisci rondelle intere, puoi anche tagliare il fusto prima e poi lavare le rondelle, utilizzando per esempio uno scolapasta. 

Abbinamenti
Il porro trova il suo utilizzo più classico in zuppe e stufati. È molto amato anche come contorno con un po’ di panna. Si presta altresì molto bene per i soufflè, in particolare se abbinato a formaggio, prosciutto o speck. Anche il pesce azzurro trova un complemento ideale nel porro, che ne esalta il sapore con le sue note aromatiche. 

Proprietà
Il porro fornisce 30 chilocalorie per 100 grammi e contemporaneamente molte sostanze nutritive.
È infatti ricco del prezioso acido folico, spesso scarso nella dieta degli svizzeri, nonché di vitamina K. È inoltre una fonte di ­vitamina C e B6.

Radici
Il primo riferimento scritto al porro, ­rinvenuto in Egitto, risale circa al 3.200 avanti Cristo. Dai reperti archeologici si evince tuttavia che veniva consumato già molto tempo prima. La sua provenienza originaria è difficile da determinare. ­Verosimilmente, il bacino mediterraneo o la Gran Bretagna sono la sua patria. 


Fooby

 

PORRI STUFATI E QUINOA

Per 4 persone, ci vogliono

  • 3 porri (ca. 250  g l’uno), con la radice dimezzata sulla lunghezza

  • olio d’oliva  per arrostire

  • ½ c.no sale

  • un po’ di pepe

  • 1 dl vino bianco

  • ½ dl brodo di verdura

  • 1 c. olio d’oliva

  • 200 g quinoa

  • 4 dl acqua

  • ½ c.no sale

  • 1 pacchetto verdura a dadini (per es. brunoise, 70  g)

  • 3 c. aceto di vino bianco

  • 2 c. olio d’oliva

  • 1 c. senape a grani interi

  • 2 rametti dragoncello, le foglioline spezzettate

  • 40 g nocciole, tritate grossolanamente


ECCO COME FARE

  1. Rosolare i porri: dimezzare i porri sulla larghezza e legare le estremità con lo spago da cucina. Scaldare un filo d’olio in una ­rostiera. Rosolare i porri poco alla volta su entrambi i lati per ca. 2  min., togliere dal fuoco e condire.

  2. Brasare: mettere di nuovo i porri nella rostiera, quindi bagnare con il vino e il brodo. Coprire e stufare il tutto per ca. 30  min. a fuoco medio. 

  3. Quinoa: scaldare l’olio in una pentola e rosolare brevemente la quinoa. Bagnare con l’acqua, salare, portare a bollore, quindi coprire e cuocere a fuoco basso per ca. 20  minuti. Unire la verdura a dadini.

  4. Vinaigrette: impiattare i porri e la quinoa. Mescolare la senape con l’aceto, l’olio e il fondo di cottura dello stufato, quindi condire. Condire il tutto con la vinaigrette, quindi cospargere con il dragoncello e le nocciole.

Questa e altre ricette su fooby.ch

Questo contributo è un paid post del nostro cliente. I paid post sono quindi pubblicità e non contenuto redazionale.

Con FOOBY, la piattaforma culinaria di Coop, vogliamo condividere con te il fantastico mondo della cucina, del mangiare e dei piaceri della tavola. Non importa se cucini per passione o se pensi di essere una schiappa tra i fornelli: qui trovi un’infinità di ricette (ben organizzate in categorie), know how sul cibo, istruzioni di cottura, video esplicativi e ispirazioni à gogo. In più, molte storie appassionanti che raccontano di persone che amano il cibo così come lo amiamo noi.
Prenditi il tempo per guardarti attorno e scopri l’appetitoso mondo di FOOBY.

Fooby
Ingrandisci l'immagine
TOP NEWS Cucinare con Fooby
CUCINARE CON FOOBY
1 gior
Spazio ai contorni
La guerra alla conquista dello spazio sul grill è ricominciata. E le più accanite in battaglia sono...
CUCINARE CON FOOBY
1 sett
Un brindisi a tutte le mamme!
Ogni anno, la seconda domenica di maggio festeggiamo le nostre mamme – perché se lo meritano.
CUCINARE CON FOOBY
2 sett
Sempre più verde!
Ecco le nuove verdure che puntuali spuntano a primavera e tanto veloce come appaiono, con il caldo estivo, scompaiono.
Cucinare con Fooby
3 sett
Ecco un breve vademecum delle erbette più amate
Le erbe aromatiche non sono il sale nella minestra ma ­aggiungono un certo non so che a molte pietanze.
Cucinare con Fooby
4 sett
Na, na, naan
L’India è ben 80 volte più grande della Svizzera e più di un terzo della popolazione è vegetariana.
Cucinare con Fooby
1 mese
Dei lauti pasti per rimanere in forma: il giusto mix di sostanze nutritive
Per fare sport il tuo corpo ha bisogno di energia. Ma se non esageri con gli allenamenti bastano dei pasti ­adeguati...
Cucinare con Fooby
1 mese
La Pasqua si avvicina e la primavera si risveglia
Per molti di noi la Pasqua è sinonimo di un bel capretto e poi magari si va alla ricerca di uova e coniglietti...
Cucinare con Fooby
1 mese
La cipolla: un tuttofare a strati
Ci fa piangere e lascia un retrogusto che non piace a tutti. Ciononostante amiamo la cipolla.
Cucinare con Fooby
1 mese
L’ambasciatore profumato della primavera
Se ti viene l’acquolina quando cammini per il bosco perché profuma di bruschette...
Cucinare con Fooby
2 mesi
Che acidità
Durante la pandemia in molti hanno iniziato a fare il pane in casa, ­soprattutto con la pasta madre.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile