Finanza
11.09.06 - 16:300
Aggiornamento : 30.10.14 - 09:42

BNS: verso una nuova stretta monetaria, secondo esperti

BERNA - La Banca nazionale svizzera (BNS) dovrebbe decidere una nuova stretta monetaria giovedì. Gli esperti interrogati dall'ATS si attendono un aumento di 1/4 di punto del tasso direttore, ciò per contrastare la debolezza del franco svizzero, soprattutto rispetto all'euro. La fascia di oscillazione del libor a tre mesi dovrebbe così passare all'1,25-2,25%.

Con il sesto aumento consecutivo, i tassi di interesse ritornerebbero al livello di quasi cinque anni fa. Dal profilo storico e nel confronto internazionale il tasso direttore della BNS è ancora basso. L'economia elvetica è in una fase di boom e il ritmo di espansione del prodotto interno lordo quest'anno si fisserà attorno al 3%, segnando la maggiore crescita degli ultimi sei anni. Per ora tuttavia non sussistono pericoli d'inflazione.

"Qualsiasi cosa diversa da un aumento di 25 punti base sarebbe una sorpresa", osserva Janwillem Acket, capo economista presso la banca Julius Bär. Secondo Acket, la BNS attualmente mira a un franco solido. L'esperto si aspetta per giovedì dalla banca di emissione un commento all'attuale andamento della valuta elvetica. La debolezza del franco favorisce le esportazioni, contribuendo ad accelerare la congiuntura, il che equivale a un allentamento della politica monetaria.

Il corso dell'euro oggi era a circa 1,5817 franchi, non molto distante dal massimo registrato in aprile (1,5856). Stando a Bernard Lambert, economista presso la banca privata ginevrina Pictet, il corso dell'euro "costituisce sul breve periodo il principale elemento di decisione".

Alcuni esperti pronosticano un nuovo rialzo dei tassi, pure di un quarto di punto, per il mese di dicembre. Acket e Patrick Muhl, del Credit Suisse, si attendono una nuova mossa di analoghe dimensioni per il prossimo mese di marzo. Per Lambert, il Libor a tre mesi sarà invece ritoccato vero l'alto di 1/2 punto percentuale in dicembre.



ATS
TOP NEWS Finanza
STATI UNITI
1 anno
I bitcoin consumano quanto l'Ohio
La richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, è in continuo aumento
IMMAGINI
CANTONE
1 anno
Dal Ticino alla Nuova Zelanda con un "semplice" tagliacarte
Realizzato in plastica eco-friendly da un designer emergente di Mendrisio, verrà distribuito, gratis, nel mondo per sensibilizzare sul rispetto per l'ambiente
ITALIA
1 anno
Scatta l'obbligo di origine per sughi e salse
Il provvedimento è mirato a rafforzare il rapporto tra produttori e trasformatori e a garantire i consumatori dall'inganno dei prodotti coltivati all'estero ed importati
SVIZZERA
1 anno
Manor richiama i falafel, pericolo listeriosi
La Manor ha richiamato il prodotto "8 falafels (pois chiches, carottes & coriandre)" di marca "l'atelier Blini", numero di lotto 182651
EUROPA
1 anno
Ryanair dice basta al trolley gratuito
Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come avviene invece oggi
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, colloqui «costruttivi e schietti» con Washington
Pechino ha in ogni caso presentato ricorso al WTO nei confronti della misura da 16 miliardi di dollari
BERNA
1 anno
Bolle di sapone pericolose ancora in circolazione
Riscontrata una contaminazione microbiologica con il germe patogeno Pseudomonas aeruginosa
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, tariffe reciproche da 16 miliardi
Le misure, corrispondenti alla seconda tranche voluta dal presidente americano, sono entrate in vigore nelle scorse ore
TICINO/ITALIA
1 anno
«Qui è vietato fallire, ma anche avere successo»
Secondo Francesca Corrado, che ha fondato la prima scuola di fallimento, manca il diritto di sbagliare ma anche quello di considerarsi riusciti se non si "sfonda"
SVIZZERA
1 anno
I dipendenti della Posta non hanno fiducia nell'azienda
L'approvazione nei confronti della direzione si sarebbe deteriorata molto nell'ultimo anno anche a causa dello scandalo AutoPostale
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile