Archivio Tipress
CANTONE
15.03.20 - 09:480

Rinviare le elezioni comunali a causa del coronavirus?

Piero Marchesi, presidente UDC Ticino

Il voto può essere chiaramente espresso senza particolari problemi e senza recarsi al seggio, questo grazie al voto per corrispondenza. Lo spoglio può essere organizzato con le dovute precauzioni per evitare il contagio tra gli addetti. Gli unici aspetti critici sono relativi alla quasi impossibilità per i nuovi candidati di farsi conoscere, e forse pure leggere, a seguito del fatto che i media sono focalizzati praticamente solo sulla questione coronavirus. Lo spazio dedicato alle elezioni comunali è di parecchio ridotto.

Un altro elemento è di tipo pratico. Qualora in un Comune un Municipio venisse rinnovato quasi interamente a causa della rinuncia degli uscenti, il nuovo Esecutivo entrerebbe in carica in un momento generale per nulla facile, dove la capacità di decidere anche velocemente è importante. È poi possibile che in alcuni Comuni vi siano anche dei ballottaggi per il Sindaco e questo non aiuterebbe a far partite immediatamente l’attività dei Municipi.

Votare il 5 aprile per le elezioni comunali è certamente fattibile e forse anche giusto, tenuto conto che diversi candidati hanno anche investito soldi nelle loro campagne, ma è necessario Comune per Comune verificare che l’operatività degli Esecutivi in un momento così difficile non venga compromessa.

Potrebbe interessarti anche
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile