LUGANO
23.05.13 - 16:300
Aggiornamento : 22.11.14 - 11:23

Odifreddi, Capovilla, Nove: è "Poestate Revolution"

Grandi nomi e un calendario ricco e denso per la kermesse luganese, che prenderà il via giovedì 30 maggio

LUGANO - "Poestate Revolution" è il titolo che merita l'edizione 2013 della kermesse luganese di cultura e poesia che si terrà in Piazza Riforma dal 30 maggio al 1° giugno. Questo, almeno, secondo la sua organizzatrice, l'energica Armida Demarta.

 

Un cartellone pensato per soddisfare tutti i gusti, un'offerta "per rompere il concetto di club e di élite" che troppo spesso circonda il mondo della cultura, dell'arte, e soprattutto quello della poesia. Proprio per questo il cartellone non si concentra su nomi e argomenti "accademici", ma spazia dalla musica al teatro, dalla traduzione alle performance libere. Un festival a 360°, che spazia dalla fusion alla denuncia sociale, dal lirismo al jazz non solo delle note, ma anche delle parole.

 

Si comincia subito giovedì 30 maggio con un volo nel mondo etereo dei numeri, curato dal matematico Piergiorgio Odifreddi. "E' un grande piacere averlo a Poestate" spiega Demarta, "ed è la dimostrazione che il festival non propone solo poeti nel senso stretto del termine, ma anche un'analisi filosofica su come i numeri possono farsi poesia. Mi aspetto un grande intervento". Non sarà il solo momento degno di nota della serata, che riserva l'omaggio a Fabio Muggiasca, gli omaggi della Scuola di Musica Moderna di Lugano SMUM a Vinicius de Moraes e l'incontro con Daniel Estulin, l'uomo che ha svelato i segreti del Club Bilderberg. Ci sarà ancora spazio per la musica, con un particolare omaggio al cantautore toscano Piero Ciampi.

 

Dai numeri, eterei e impalpabili, si passa alla concretezza e alla forza del recital che Pierpaolo Capovilla porta sul palco di Poestate venerdì 31 maggio nel corso del suo tour. "La religione del mio tempo" è l'impatto della poesia di Pier Paolo Pasolini, con la sua liricità unica legata alla sensibilità per i temi sociali e il dramma dell'esistenza di tutti i giorni. Il leader della celebre band Il Teatro degli Orrori sarà accompagnato alla chitarra da Paki Zennaro. "Una bella accoppiata, per un reading graffiante e dal forte impatto" assicura Demarta. Una serata all'insegna dell'avanguardia, spiega l'organizzatrice di Poestate, soprattutto per merito dell'Erika Daghino & Stefano Pastor Duo ma anche di GospelBlastFighter. Non manca nemmeno un omaggio alla grande poesia femminile, con un incontro sulla poetessa lombarda Antonia Pozzi.

 

Sabato 1 giugno sarà, infine, la giornata delle "istantanee poetiche". La prima, di grande classe e delicatezza, è affidata alla voce di un'attrice eccelsa: Valentina Cortese. Demarta spiega che "è un altro bel risultato del nostro lavoro di laboratorio. Ho chiesto a Maurizio Canetta se aveva qualcosa da propormi e lui ha detto: Emily Dickison. Così è nata questo omaggio in parole e musica". Si prosegue poi con lo scrittore e poeta varesino Aldo Nove, tra i più significativi delle ultime generazioni. "Un bellissimo ritorno, Aldo torna a trovarci e ci fa un grande regalo" aggiunge Demarta. "E' bello vedere a distanza di anni l'evoluzione di un autore, come passa il tempo su di lui e che segni lascia nella sua opera".

 

Il premio Poestate 2013 alla carriera sarà assegnato a Evghenij Solonovic, traduttore che ha fatto conoscere la letteratura del Belpaese in Russia. Chiuderà un gradito ritorno: il palco libero. "E' una caratteristica peculiare di Poestate, la possibilità di salire e leggere i propri testi". Non lo hanno fatto solo poeti in erba o autori sconosciuti: una volta fu il celebre poeta e romanziere russo Evgenij Aleksandroviè Evtušenko a cimentarsi con questa forma più estemporanea, ma libera e democratica, di arte.

 

Il programma completo:

 

Giovedì 30 maggio

 

ore 18.00-19.00 Omaggio a Fabio Muggiasca a cura di Elio Bollag, Gilberto Isella, Aurelio Buletti - letture con Margherita Coldesina - intermezzi musicali con i giovani musicisti del Conservatorio della Svizzera Italiana Lina Marija Domarkaite (violino), Cristina Pantaleone (violino), Ermanno Niro (viola), Giacomo Torlontano (violoncello) eseguono brani di Shostakovic, Mozart, e altri autori

 

ore 19.55-20.00 “Mordi e fuggi” con Marco Zohner

 

Nel corso della serata intermezzi musicali in omaggio al poeta Vinicius de Moraes con i musicisti della SMUM Scuola di Musica Moderna di Lugano Gabriele Comeglio (sax alto), Giorgio Meuwly (chitarra), Marco Conti (contrabbasso), Guido Parini (batteria)

 

ore 20.00-20.45 “La poesia dei numeri” con Piergiorgio Odifreddi in collaborazione con Les Ambassadeur di Lugano

 

ore 20.45-21.30 “Eyes Wide Shut” con Daniel Estulin e Paolo Maria Noseda interprete

 

ore 21.30-22.00 “Versi nel labirinto” con Jolanda Insana e Giorgio Luzzi - incontro a cura di Gilberto Isella

 

ore 22.00-22.45 “Omaggio a Piero Ciampi” con la Compagnia Mercanti di storie Patrizia Gandini, Massimiliano Loizzi, Giovanni Melucci

 

dalle ore 22.45 “Il canto della poesia” di e con Mario D'Azzo (chitarra) e Paride Guerra (percussioni)

 

Venerdì 31 maggio

 

ore 18.00-19.00 “Antonia Pozzi e la sua poesia” con Graziella Bernabò e Suor Onorina Dino - Incontro a cura di Laura Garavaglia in collaborazione con la Casa della poesia di Como

 

ore 19.55-20.00 “Mordi e fuggi” con Marco Zohner

 

ore 20.00-20.45 Pierpaolo Capovilla legge Pier Paolo Pasolini - La religione del mio tempo -. Reading in tre atti: La ballata delle Madri, La religione del mio Tempo, Una Luce di e con Pierpaolo Capovilla (voce) e Paki Zennaro (chitarra)

 

ore 20.45-21.15 GospelBlastFighterReading con Santo Nelson (voce), John Foonjah (chitarre), Mattia (batteria)

 

ore 21.15-21.25 “Family Card 3” con Lorenzo Buccella, Gudrun De Chirico, Ruben Buccella

 

ore 21.25-21.45 Incontro con Gianni Tirelli e Angelo Gaccione

 

ore 21.45.21.55 "Quante rose a nascondere un abisso” con Laura Di Corcia

 

ore 21.55-22.05 Incontro con Maggì Scanziani alias Gaia Grimani

 

ore 22.05-22.35 Reading con Erika Daghino & Stefano Pastor DuoErika Daghino (voce) e Stefano Pastor (violino elettrico)

 

dalle ore 22.35 “Musica e poesia, da Sergio Maspoli a… Pablo Neruda” con Marco Zappa (voce e chitarra) e Renata Stavrakakis (voce e strumenti acustici)

 

Sabato 1 giugno

 

ore 18.00-18.45 “Ti dirò come vidi il sole sorgere” - omaggio a Emily Dickinsonnarrazione di Maurizio Canetta con la collaborazione di Marisa Bulgheroni - letture poetiche di Valentina Cortese - interventi musicali di Claudio Farinone (chitarra)

 

ore 18.45-19.00 La poesia di David Dijuts

 

ore 19.55-20.00 “Mordi e fuggi” con Marco Zohner

 

Nel corso della serata intermezzi musicali con i Note Noire Ruben Chaviano Fabian (violino), Roberto Beneventi (fisarmonica),

Tommaso Papini (chitarra), Mirco Capecchi (contrabbasso)

 

ore 20.00-20.45 “Le parole e le cose” con Aldo Nove

 

ore 20.45-21.15 Incontro con Evghenij Solonovicconsegna Premio POESTATE 2013 alla carriera - a Evghenij Solonovic in collaborazione con l'Ambasciata Svizzera a Mosca. Nel corso della serata special guest a sorpresa

 

ore 21.15-21.45 La poesia di Patrizia Valduga: suono della parola, emozione pensante. Incontro a cura di Laura Garavaglia

 

ore 21.45-21.55 Omaggio a Gabriele D'Annunzio a cura di Salvatore Maria Fares

 

ore 21.55-22.30 Incontro con Davide Rondoni in collaborazione con DGE Dicastero Giovani ed Eventi Lugano

 

ore 22.30-22.40 La poesia di Marko Miladinovic 

 

dalle ore 22.40 palco libero

 

Per informazioni e contatti:

 

POESTATE, CP 4510, CH-6904 Lugano

info@poestate.ch

www.poestate.ch

TOP NEWS Agenda
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile