TIPRESS
250 "Semplici parole" riempiranno il Teatro Sociale Bellinzona giovedì 14 gennaio.
BELLINZONA
13.01.21 - 09:300

250 parole per riempire un teatro vuoto

Flavio Stroppini ci proverà giovedì 14 gennaio al Teatro Sociale Bellinzona

BELLINZONA - Saranno 250 "Semplici parole", quelle che risuoneranno giovedì 14 gennaio, dalle 18 alle 23, all'interno del Teatro Sociale Bellinzona.

Flavio Stroppini ne leggerà per ore il significato, all'interno della sala vuota, in un rito di condivisione che verrà trasmesso su numerose pagine Facebook, su vari canali YouTube e sul sito de LaRegione. 

Flavio Stroppini si è chiesto dove questo profondo cambiamento, dettato dalla situazione pandemica attuale, ci potesse portare, dopo averci scaraventato in un mare in tempesta. E ha pensato che in tutto questo continuo rumore fatto di sfoghi, notizie, opinioni e preghiere, servisse un linguaggio comune per ritrovare la rotta. Così da settembre Flavio Stroppini e i suoi collaboratori hanno cercato attraverso i social parole che raccontino il mondo che stiamo vivendo.

Si dice che per riuscire a iniziare a comunicare abbiamo bisogno di un vocabolario di almeno 250 parole. Il 14 gennaio, quasi un anno dopo l’inizio della pandemia, in solitudine, sul palco vuoto del Teatro Sociale Bellinzona, Flavio Stroppini dopo averle scelte e rielaborate in un personale vocabolario le leggerà. Collegato al mondo attraverso il web, 1 minuto e un po’ a parola, faticando per più di cinque ore, cercando a modo suo di fare qualcosa per tornare a parlare, assieme, la stessa lingua.

«Ci piace pensare che la sera del 14 gennaio 2021 parta, dal Teatro Sociale di Bellinzona, un messaggio di comunità, di attenzione, di fratellanza» spiega Stroppini. «Ci saranno parole condivise, parole che creeranno discussione, ci sarà una piazza in un teatro vuoto, per cercare di capirsi. Saremo collegati con il mondo, che entrerà, a sorpresa, a mostrarci i suoi “attimi”, ci saranno gli interventi musicali di Andrea Manzoni, ci sarà un flusso di parole cercate e restituite. Mi sembrava l’unica cosa che potessi fare in questo periodo. Cercare un linguaggio comune, per non perderci».

TOP NEWS Agenda
CANTONE
1 gior
Con “Lo specchio di Iyagbon” le Cave di Arzo ritornano teatro
Lo spettacolo co-diretto da Iuri Cainero sarà nella suggestiva location dal 9 al 13 giugno grazie a Cavaviva
BELLINZONA
2 gior
Domani la prima assoluta di "Gallerie"
La performance multimediale dai testi di Marino Cattaneo andrà in scena dalle 20.45
ASCONA / BELLINZONA
3 gior
Jazz Cat Spring Fest, Silvan Zingg dà forfait
La kermesse di Pentecoste sarà composta da soli quattro eventi
CANTONE
3 gior
PiazzaParola torna nel nome di Robinson Crusoe
La decima edizione del festival si svolgerà dal 16 al 24 ottobre
LUGANO
1 sett
Ultimo appuntamento con le Colazioni letterarie al LAC
Chiara Mercuri e Claudio Visentin dialogheranno su "Dante e Francesco. Il volgare come dono"
ASCONA / BELLINZONA
1 sett
Cinque concerti per una Pentecoste in musica
Il Jazz Cat Spring Fest si terrà sull'arco di cinque serate tra Ascona e Bellinzona
BELLINZONA
1 sett
“Dansonography” domani al Teatro Sociale
La performance di danza di Alessia Della Casa prenderà il via alle 20.45
CHIASSO
1 sett
Sabato 8 maggio: il giorno di Luminanza
Alla mattina presentazione del bando di scrittura 2021-2022, poi fino a mezzanotte "This message was deleted"
CANTONE
2 sett
Dal 5 al 9 maggio il Ticino a ritmo della Festa Danzante
Spettacoli, talk e workshop in tutto il cantone ma anche online in questa nuova edizione
LUGANO
2 sett
Il Foce tra teatro e un insolito road-movie
Martedì allo Studio Foce la proiezione di "Visage, Villages", al Teatro Foce "Caligola(S)concerto" martedì e mercoledì
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile