agenda
Filtra per

Regione Locarnese Bellinzonese Luganese Leventina
Categoria Sociale Manifestazioni Ballando Cinema Arte Musica Sport Altro
Ticino Social Walk
Collina di Ascona, Ascona
Ore 10

A partire dalla zona del cimitero di Ascona saliamo per alcune scale e sentieri nel bosco fino al Monte Verità. Seguendo la mezza costa asconese, raggiungiamo il colle di San Michele per poi proseguire per il borgo di Ascona. Il tratto non è adatto a passeggini o persone con difficolta motorie. Durata percorso circa 2 ore.

Il Ticino Social Walk è un'iniziativa indirizzata a tutte le persone che hanno il piacere di camminare e di socializzare. La partecipazione è gratuita e non necessità di iscrizione

LuogoCollina di Ascona
Indirizzo / ViaRitrovo al parcheggio di via Buonamano, Ascona
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Busecca in Collina
Loro , Giubiasco
12.00

Busecca in Collina distribuita a partire dalle 12. dalla società ProCollina Giubiaschese

LuogoLoro
Indirizzo / ViaStrada delle VIgere, Giubiasco
Info0797187860
EtàPer tutti
Ballo liscio
La balera , Camignolo
Ore 21

Ballo liscio con Lorenzo band.

LuogoLa balera
Indirizzo / ViaAlla chiesa, Camignolo
Arte al Cinema! - Tintoretto
Lux art house, Massagno
Ore 20

Nuovo appuntamento con la rassegna Lux art; la Grande Arte al Cinema! In esclusiva per il il Ticino, il documentario "Tintoretto - un ribelle a Venezia".

Il docu-film sul genio furioso e rivoluzionario che ha cambiato la storia dell’arte, ideato da Melania G. Mazzucco e narrato da Stefano Accorsi, con la partecipazione straordinaria di Peter Greenaway.

Solo al LUX di Massagno, solo giovedì 28 febbraio (ore 20.30) e domenica 3 marzo (ore 18.00). Tariffa unica Fr. 25.- (20.- Fr con JFC club card).

 

Trama:

Figlio di un tintore, da cui il suo nome d’arte, Tintoretto (1519-1594) è infatti l’unico grande pittore del Rinascimento a non aver mai abbandonato Venezia, nemmeno negli anni della peste. Immergendoci nella Venezia del Rinascimento e attraversando alcuni dei luoghi che più conservano la memoria dell’artista, dall’Archivio di Stato a Palazzo Ducale, da Piazza San Marco alla Chiesa di San Rocco, verremo così guidati attraverso le vicende di Jacopo Robusti, in arte Tintoretto, dai primi anni della sua formazione artistica fino alla morte, senza trascurare l’affascinante fase della formazione della sua bottega, luogo in cui lavorano anche alcuni dei suoi figli, Domenico, che erediterà l’impresa del padre, e l’amatissima Marietta, talentuosa pittrice. Ideato e scritto da Melania G. Mazzucco e con la partecipazione straordinaria del regista Peter Greenaway, il film sarà narrato dalla voce di Stefano Accorsi.

LuogoLux art house
Indirizzo / ViaVia G. Motta 67, Massagno
PeriodoDal 28.02.2019 al 03.03.2019
GiorniGi Do
Info0919673039
Prezzo25 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
PrevenditaAcquista biglietti su LUX art house
Nero-Bianco sculture -bassorilievi di Paolo Di Capua e Antonio Tabet
Areapangeart centro culturale Camorino, Camorino
Ore 19

 Nero-Bianco” di Paolo Di Capua e Antonio Tabet. Esposizione curata da Loredana Müller, presentaRosa Pierno, suoni in saladi Daniele Christen. 

Inaugurazione alle ore 19, un’esposizione da non perdere: Antonio Tabet e Paolo Di Capua effettueranno un dialogo in Nero e Bianco fra bassorilievi e sculture. Una lirica logica anima il legno, che è il materiale in cui entrambi gli artisti hanno realizzato le loro opere, le quali creano uno spazio in cui, in un ovattato quanto misterioso silenzio, sensibilità e matematica s’incontrano senza contraddizioni.
Antonio Tabet, utilizzando linee rette e curve, attenendosi strettamente al colore originale del materiale (ocra o grigio/nero), combina gli elementi piani, che compone secondo gli incastri progettati, i quali gli consentono di ottenere oggetti volumetrici. Gli elementi appartengono a una serie chiusa, ove ciascun elemento deve essere montato esclusivamente in una predeterminata posizione. Le opere ci appaiono come forme del movimento. Movimenti mentali, percettivi, affettivi, ma anche paradossali, poiché il moto di queste opere è di fatto bloccato, la forma è compiuta, eppure alcune strutture sembrano ruotare affette da un moto vorticoso. Quello a cui Tabet cerca di dare forma, a partire da un elemento-costola tramite la rotazione, è una relazione con lo spazio, relazione che non si lascia pensare nella dimensione euclidea, ma in quella artistica. Nelle opere di Paolo Di Capua artista romano , troviamo una forte esigenza di ordine sistematico, riflessivo, strutturale. Lo sviluppo in serie è testimone di un processo in fieri dove si valutano i diversi effetti compositivi degli elementi scelti (quasi un abaco) nelle diverse relazioni che intrattengono, al fine di ottenerne valenze semantiche, oltre che iconiche, diverse. Tale operazione analitica sul linguaggio visivo ottiene, tramite, appunto, l’utilizzo dei singoli elementi aggregati, di volta in volta, in maniera diversa, l’articolazione di un sistema: tutta l’attenzione va alle relazioni interne che le unità stabiliscono nell’opera. Sul crinale formato dai versanti della coppia determinato/indeterminato si gioca l’invito al fruitore, chiamato a interpretare gli elementi assemblati in configurazioni diverse e lo svolgersi della serie “Ho messo bianco su bianco”. Ad areapangeart si susseguono, inoltre, i lunedì di programma: il 28 febbraio per gli incontri di “acquapoetica” condotti da Gilberto Isella sarà presente Rita Iacomino , poeta attiva a Roma . Seguiranno due concerti, il 18 marzo , Aska violinista giapponese suona con Carlos Buschini al basso elettrico . Il 1 aprile Daniel Christen , il quale ha generato i suoni in sala in dialogo con lle opere esposte, assieme a Santos S grò dedicheranno all’esposizione e al suo materiale, il legno, un concerto tra sintetizzatori e percussioni. Lunedì 8 aprile Werner Weick assieme a Andrea Andriotti presenterà un nuovo ciclo di suoi film "Apocalisse" e “La visione della fine" . Per concludere l'esposizione, gli artisti della mostra “Nero-Bianco” saranno nuovamente con noi, il 15 aprile , in una conferenza, moderati dalla storica dell'arte Rosa Pierno .


Per le serate è necessario prenotare dato il numero contenuto di posti ai numeri telefonici


0763380967 o 0918573979, oppure tramite un Email a loredanamuller@bluewin.ch


Antonio Tabet, nato nel 1935 .Dal1972 grafico a Milano (Unimark International, Pirelli)
1972-2000 direttore artistico della Banca del Gottardo (Lugano) Dal 2000 artista indipendente.


Paolo Di Capua, nato nel 1957. Dal 1976 al 1981 ha frequentato i Corsi di Architettura e Storia dell'Arte presso l'Università Nazionale della Sapienza ed il Corso dell'Istituto Europeo del Design a Roma. Nel 1985 si è diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Roma. E’ stato allievo dello scultore Lorenzo Guerrini. Dal 1983 ha soggiornato a Pietrasanta dove ha realizzato parte delle sue opere in pietra. Dall'inizio degli anni '80 ha tenuto mostre personali e collettive in Italia, Spagna, Germania, Corea del sud, U.S.A. e Cina.

 www.areapangeart.ch Ai Casgnò 11a - 6528 Camorino tel 0918573979-0763380967 loredanamuller@bluewin.ch

 

 



LuogoAreapangeart centro culturale Camorino
Indirizzo / ViaAi Casgnò 11a 6528 Camorino-Bellinzona, Camorino
PeriodoDal 18.02.2019 al 15.04.2019
GiorniTutti i giorni
Info0918573979
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Aus der Welt
Chiesa di San Biagio – Ravecchia e Castello di Sasso Corbaro – Sala “B. Ferrini”, Bellinzona
Ore 15.30

domenica, 27 gennaio alle ore 15:30
Chiesa di San Biagio – Ravecchia
TSVEY – KLEZMEREFFEKT
BOZ Trio & Guests
Giornata della Memoria 2019: musica chassidica per ricordare la Shoah
Rouben Vitali, clarinetto
Simone Draetta, violino
Davide Longoni, chitarra
Luca Pedeferri, fisarmonica

 

domenica, 17 febbraio alle ore 15:30
Castello di Sasso Corbaro – Sala “B. Ferrini”
TINSAGU – PROJECT
Tradizione nipponica millenaria e raffinata rivisitazione fingerstyle… con un pizzico di Napoli
Akiko Kozato, voce
Walter Lupi, chitarra

 

domenica, 10 marzo alle ore 15:30
Castello di Sasso Corbaro – Sala “B. Ferrini”
E-RAGA
Indian Electric Raga: la quiete della leggenda immersa nella tecnologia del XXI secolo
Matteo Giudici, chitarra elettrica
Luca Russo, flauto bansuri
Fabrizio Savio, live electronics

 

LuogoChiesa di San Biagio – Ravecchia e Castello di Sasso Corbaro – Sala “B. Ferrini”
Indirizzo / ViaBellinzona
PeriodoDal 27.01.2019 al 10.03.2019
GiorniDo
Prezzo15 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Shred! The Fun Days
Airolo, Airolo
08.30

Sette giornatate all’insegna del divertimento per tutti i giovani riders ticinesi con la tavola ai piedi sulle nevi di casa nostra!

“Lo snowboard non si spiega si vive!”. White Pillow Snowboard Team, organo ufficiale FSSI (Federazione Sci Svizzera Italiana), presenta “SHRED! The fun days“. Sette giornate di FUN! con la tavola ai piedi, sulle nevi ticinesi per divertirsi in compagnia. Lo scopo è di creare un luogo d’incontro per i giovani riders ticinesi e diffondere una cultura dello snowboard improntata su valori positivi come divertimento, rispetto dell'ambiente, condivisione e la connessione con la natura. Come cigliegina sulla torta, White Pillow è alla ricerca di nuovi talenti. Gli eventi si svolgeranno dal 23 dicembre 2018 al 17 marzo 2019 nelle località sciistiche della Svizzera Italiana, Airolo, Carì e Bosco Gürin. Maggiori informazioni e per iscrizioni, alla pagina fun.whitepillow.ch 

LuogoAirolo
Indirizzo / ViaAirolo
PeriodoDal 23.12.2018 al 17.03.2019
GiorniDo
Info0041797040948
Prezzo30 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Valanghe Punizione divina o evento prevedibile?
Prato Sornico, Prato-Sornico
14.00

Dall’8 dicembre 2018 al 31 marzo 2019
Sabato, domenica, festivi e vacanze scolastiche dalle ore 14°° alle 17°°
Eventualmente per scuole o gruppi su riservazione (076 412 30 81)

Nel gennaio 1667 le valli dell’alto Ticino furono devastate da terribili valanghe. A oltre 350 anni di distanza, la commemorazione di quei tragici eventi interroga sulle conseguenze dei fenomeni naturali e sul loro impatto materiale e culturale. L’esposizione porterà l’ospite a ripercorrere la storia delle valanghe in Ticino, l’evoluzione in materia di prevenzione e a riflettere sull’origine e l’estetica dei «paesaggi del rischio».
Mostra a cura di Mark Bertogliati e Jan Holenstein

Serata-evento
Venerdi 25 gennaio 2019 alle ore 20°°
buvette Centro Sportivo Lavizzara, Prato-Sornico
Presentazione del documentario “Le valanghe del 1867” di Mark Bertogliati
e Alberto Fumagalli con la presenza di Giaele Foresti Cavalli.
A seguire conferenza sulle valanghe tenuta dal geologo Giorgio Valenti.

LuogoPrato Sornico
Indirizzo / ViaIstituto Scolastico di Lavizzara, Prato-Sornico
PeriodoDal 08.12.2018 al 31.03.2019
GiorniSa Do
Info076 412 30 81
Sito webVai al sito
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report