Foto Marco D'Anna
CANTONE
05.12.17 - 12:000

A Locarno con i "Suoni al buio" di Schneebeli

In compagnia del polistrumentista Max Pizio, il 9 e il 10 dicembre il chitarrista ticinese porterà il suo progetto al Teatro Paravento di Locarno

LOCARNO - Dopo una due giorni a Lugano a fine novembre, sabato e domenica il progetto sbarcherà a Locarno, tra le mura del Teatro Paravento.

«Quello a cui assisterà il pubblico sarà un viaggio fatto di suoni, messi a punto con una moltitudine di strumenti recuperati in giro per il mondo. Come evoca il titolo, coloro che intendono raggiungerci si ritroveranno immersi nel buio più totale - ci ha spiegato Scheebeli qualche settimana fa - Di conseguenza, non avranno modo di orientarsi, e ad accompagnarli in sala saranno delle guide cieche. Un contesto in cui non vi saranno distrazioni, e il pubblico, nella massima tranquillità, si concentrerà sui suoni, sulle sonorità, tentando di riconoscere, a poco a poco, ogni strumento...».

I due musicisti presenteranno il nuovo spettacolo, "Frequenza 432 Hz": «Oggi la frequenza di riferimento internazionale attraverso cui si accordano gli strumenti è 440. 432 è la frequenza del battito cardiaco. È molto più calda ed è considerata l’accordatura aurea: all’ascoltatore porta un senso di massima tranquillità… Una formula, questa, che, in alcune occasioni, è stata sperimentata anche dai Pink Floyd…», ha aggiunto il chitarrista nel corso della chiacchierata.

Quattro le performance in programma: sabato alle 18 e alle 21 e domenica alle 14 (con la formula "Family") e alle 17.

Info: nevemusic.ch

TOP NEWS Agenda
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile