LUGANO
13.07.17 - 12:000

Estate al LAC: un'agenda ricca sotto il sole e... fra i bambù

Dal Jazz alla Classica fino al Blues to Bop. Diverse anche le mostre

LUGANO - Dopo il successo dei concerti in Piazza Luini, la programmazione del LAC occupa nuovamente il suo palcoscenico e la Hall per una serie di eventi gratuiti.

Al LAC risuoneranno la musica Jazz e le note dell’Orchestra della Svizzera italiana, mentre nella Hall troveranno spazio le performance di giovani e promettenti musicisti con anche le migliori fotografie del giornalismo.

Gli eventi saranno all’aperto in mezzo all’arredo urbano ideato dall’architetto Ivano Gianola: fino al 15 ottobre, 32 vasi di piante di bambù e delle panchine metteranno in relazione le terrazze dei bar con il LAC shop.

Dal 14 luglio al 18 agosto si terranno in piazza, ogni venerdì sera alle 20.30, una serie di concerti gratuiti con artisti svizzeri e italiani. Si esibiranno «New Quartet», dai suoni in chiave jazz con influenze gypsy, be bop ed echi di Nouvelle Vague, e Danilo Rea in versione solo piano, che rivisiterà i successi dei Beatles e dei Rolling Stones.

Saranno invece un centinaio i lettori mp3 a disposizione del pubblico per ascoltare in anteprima i protagonisti della stagione 2017/2018 dei concerti dell’Orchestra della Svizzera  italiana al LAC.

Sempre nell’ambito della musica classica, ad esibirsi nella Hall del LAC i giovani musicisti e maestri e gli Ensemble «Ticino Musica» e del Conservatorio della Svizzera italiana accompagnati da artisti di fama internazionale. Dal 18 al 28 luglio LAC, infatti, ospita alcuni dei concerti organizzati nell’ambito di Ticino Musica. Le esibizioni si articolano in una serata dedicata all’opera mozartiana.

Dal Jazz alla Classica fino al Blues to Bop. Domenica 27 agosto è previsto un duplice appuntamento nella Hall: alle ore 11.00 ci sarà un concerto gospel del complesso «The Glorifying Vines Sisters of Farmville North Caroline» mentre in serata un ritorno di Kyla Brox.

Il Museo presenta, fino al 20 agosto, il secondo allestimento delle sue collezioni. Il percorso espositivo evidenzia la ricchezza delle sue acquisizioni proponendo un omaggio alla «Donazione Panza di Biumo», una selezione di opere che mostrano nuovi ambiti di ricerca legati alla fotografia e alla pittura, e di alcuni lavori che a inizio 2018 troveranno una precisa collocazione nella sede di Palazzo Reali.

Fino al 27 agosto prosegue invece la mostra «Boetti/Salvo. Vivere lavorando giocando», che vuole indagare la relazione intellettuale e di amicizia intercorsa tra Alighiero Boetti e Salvo nella Torino degli ultimi anni Sessanta. In concomitanza allo Spazio -1, fino al 23 luglio, «Torino 1966-1973» documenta il vitale contesto artistico dell’Arte povera in cui due artisti si trovano a operare.

 

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Agenda
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile