Il gruppo si esibirà ad Ascona il 14 novembre.
CANTONE
08.11.16 - 16:000

Azymuth sul palco del Jazz Cat Club

Fa tappa ad Ascona lunedì 14 novembre il tour mondiale del leggendario trio fusion brasiliano

ASCONA - Sono considerati fra i pionieri dello stile fusion e sono in assoluto una delle band più conosciute del Brasile, la prima ad essere stata invitata, tra l'altro, nel 1977, al festival di Montreux. In esclusiva Svizzera e in collaborazione con la rassegna "Tra jazz e nuove musiche" ed Rsi Rete Due (che trasmetterà in diretta il concerto), il Jazz Cat Club presenta lunedì 14 novembre il leggendario trio brasiliano Azymuth.

Dopo John Pizzarelli, il Jazz Cat Club accoglie dunque un altro “big name” della musica internazionale. Molto conosciuti anche in Italia, grazie in particolare al brano "Jazz Carnival", sigla di testa dello storico programma televisivo Mixer (Rai 2) e loro maggior successo internazionale, gli Azymuth sono un trio brasiliano che fonde in maniera del tutto originale samba, funk e jazz in un sound di grande personalità e impatto. Pioniere dello stile fusion, il gruppo si è autodefinito come una formazione di samba doido (ovvero "folle samba”).

In attività dai primi anni '70, gli Azymuth si sono fatti inizialmente conoscere in Brasile, accompagnando in tour grandi nomi della musica brasiliana, come Elis Regina, Eumir Deodato, Jorge Ben, Gal Costa, Milton Nascimento. La svolta avviene nel 1977 quando Claude Nobs li invita - primi musicisti brasiliani nella storia del festival - al Montreux Jazz, dove ottengono un grande successo che spalanca loro le porte al mercato statunitense e internazionale. Nel 1980 il brano "Jazz Carnival" diventa un successo mondiale, a cui fanno seguito una serie di ammiratissimi album per la Milestone Records e per la Far Out Recordings. Decine di progetti e collaborazioni hanno caratterizzato l’attività degli Azymuth e molte dei loro brani sono stati riproposti da altri musicisti.

Del trio originale fanno parte il bassista Alex Malheiros e il batterista e percussionista Ivan Conti, artisti, entrambi, che vantano numerose collaborazioni con gente come Ray Brown, Dizzy Gillespie, Milt Jackson… Dopo la morte di José Roberto Bertrami nel 2002, i due fondatori hanno trovato un nuovo tastierista in Kiko Continentino, di ventiquattro anni più giovane (i tre Azymuth originari, curiosamente, sono tutti del 1946): l’occasione, ora, per celebrare la loro lunghissima storia con un documentario, un album di inediti - “Fenix”, in uscita il 12 dicembre - e un tour mondiale che fa tappa ad Ascona dopo aver toccato Berlino, Amsterdam, Stoccarda, Gotheborg, Londra, Copenhagen, Lione, Monaco…

I biglietti saranno in vendita a 30 frachi (15 franchi studenti/25 franchi Club Rete Due) a partire dalle 19 alla cassa serale. 

Info e prenotazioni: +41 78 733 66 12 ; info@jazzcatclub.ch

TOP NEWS Agenda
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report