LOCARNO FILM FESTIVAL
LOCARNO
08.08.21 - 08:000

A Locarno due film e i 70 anni della Convenzione dei rifugiati

Saranno proiettati gli ultimi lavori di Bassel Ghandour e Gaspar Noé

LOCARNO - Questa sera in Piazza Grande, nel corso della 74esima edizione del Locarno Film Festival, verranno ricordati i 70 anni della Convenzione relativa allo statuto dei rifugiati. È il frutto di una collaborazione speciale tra gli organizzatori della kermesse cinematografica e l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati.

Due le proiezioni della serata: "The Alleys" e "Vortex".

Il primo racconta la storia di un quartiere violento e dominato dal pettegolezzo. Un giovane truffatore fa di tutto pur di stare con la fidanzata segreta, ma la spietata madre di lei è sul piede di guerra. Quando un ricattatore coglie la coppia in flagrante, la madre chiede a un gangster di porre un freno a questa storia… Ma le cose andranno diversamente. «La moneta corrente nel mondo di "The Alleys" è la reputazione» afferma il regista Bassel Ghandour. «Il film esplora le modalità tramite cui la persone celano segreti, raccontano bugie e indossano maschere per sopravvivere al pettegolezzo e allo sguardo della società».

Di "Vortex", invece, si potrebbe dire questo: la vita è una breve festa che verrà presto dimenticata. Spiega il regista Gaspar Noé: «Ho immaginato un film dalla narrazione estremamente semplice, con una persona in una condizione di deterioramento mentale che sta perdendo l’uso del linguaggio, e il nipote che invece non lo padroneggia ancora, come due estremi di questa breve esperienza che è la vita umana».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Agenda
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile