imago images / United Archives
Alberto sordi in "Mafioso" di Alberto Lattuada.
LOCARNO
26.01.21 - 13:000
Aggiornamento : 18:46

Un gigante nell'ombra del cinema, nella Retrospettiva del Pardo 74

Alberto Lattuada, che il direttore artistico Giona Nazzaro definisce «il segreto meglio custodito del cinema italiano»

LOCARNO - È dedicata a un gigante (nell'ombra) del cinema italiano la Retrospettiva della 74esima edizione del Locarno film festival del direttore artistico Giona A. Nazzaro che l'ha voluta presentare di persona, accompagnato dal curatore Roberto Turtigliatto, con un video su YouTube

"Il suo nome è Lattuada" esplora la produzione, influentissima per decenni, di Alberto Lattuada classe 1914 e che esordito con "Giacomo l'idealista" nel 1943 continuando per più di 40 anni a coniugare la matrice colta con il gusto popolare. Citato e omaggiato da tanti, ha diretto tutti i grandissimi attori italiani e non solo.

Fra le sue opere è impossibile non citare "Luci del Varietà" (con Fellini), "Il delitto di Giovanni Episcopo" (con Aldo Fabrizi), "Mafioso" (con Alberto Sordi), "Anna" (con Silvana Mangano) e "Dolci inganni" (con Catherine Spaak). 

Secondo Nazzaro, Lattuada e la sua opera sono «il segreto meglio custodito del cinema italiano. Un segreto paradossale, affascinante, ancora misterioso», commenta il direttore artistico del Pardo, «autore dallo sguardo inquieto e curioso, generoso e politico, è stato in grado di conservare la sua singolarità e la sua individualità mettendosi sempre alla prova, sperimentando con i generi cinematografici, senza mai perdere il rapporto con il pubblico».

Verso Lattuada e Locarno74

Per accompagnare il pubblico diverso la Retrospettiva, nel corso dei prossimi mesi sui canali ufficiali del Festival verranno pubblicate delle video pillole realizzate con alcuni degli studiosi e delle personalità del cinema italiano e internazionale che maggiormente si sono confrontati con Lattuada.

Si costruirà così una collezione di spunti e punti di vista che apriranno il dibattito dal vivo che si svilupperà poi ad agosto. “Verso Lattuada”, questo il titolo dell’iniziativa, verrà inaugurata nel mese di febbraio con le riflessioni dei critici cinematografici italiani Paolo Mereghetti e Maurizio Porro, protagonisti delle prime due video pillole.

La 74esima edizione del Locarno Festival si terrà dal 4 al 14 agosto 2021.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Agenda
ASCONA
2 gior
Il contrabbasso magico di Adam Ben Ezra al Jazz Cat Club
Il poliedrico jazzista israeliano si esibirà sul Lago Maggiore questo lunedì 25 ottobre
LUGANO
3 gior
Il sassofono trasversale di Ben Wendel sul palco dello Studio Foce
Il jazzista basato a New York si esibirà con la sua band questo sabato 25 ottobre nell'ambito della rassegna Raclette
LOCARNO
4 gior
Gli ultim(issim)i biglietti per Venditti a Locarno
La data al Fevi si fa sempre più vicina, ecco tutto quello che c'è da sapere se la cosa vi stuzzica
CANTONE
4 gior
“Atlas” arriva (infine) anche nelle sale ticinesi
Il film di Niccolò Castelli con Matilda De Angelis da questo giovedì va in tour per i cinema del cantone
CANTONE
4 gior
Umberto Tozzi porterà le sue “Songs” al Palacongressi
Il concerto del celebre cantautore italiano, per l'occasione proposti in chiave inedita, si terrà il 1 dicembre 2022
LUGANO
5 gior
Vittorio Sgarbi parlerà di Dante e Giotto a Lugano
Torna il nuovo spettacolo che indaga l'arte e i suoi grandi protagonisti
CANTONE
6 gior
La Notte del Cortometraggio ritorna a Massagno questo venerdì 22 ottobre
Con un menu ricchissimo fra delicatezze nostrane e manicaretti presi dritti dritti dal Festival del Film di Locarno
CANTONE
6 gior
Con “Largo ai giovani” l'OSI abbraccia il Conservatorio della Svizzera Italiana
Per una serata al Lac, il prossimo 21 ottobre, che proporrà due grandi classici di Ravel e Stravinskij
VIDEO
LUGANO
1 sett
“As I want”: se dalle violenze nasce una rivoluzione femminile
La nostra scelta per l'ultimo giorno del Film Festival Diritti Umani Lugano è proprio quello che lo conclude
VIDEO
LUGANO
1 sett
Come l'ospedale sotterraneo di “The Cave” salva i bambini vittime dalle bombe
Il fortissimo documentario del siriano Feras Fayyad è la nostra scelta di oggi del Film Festival Diritti Umani
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile