Depositphotos (fergregory)
Annunciato oggi il programma completo delle Giornate cinematografiche di Soletta?
SOLETTA
06.01.21 - 16:180

Giornate cinematografiche, online ma complete

Il nuovo sito web permetterà di non fare ricorso a un'edizione ridotta

SOLETTA - La 56esima edizione delle Giornate cinematografiche di Soletta si terrà, come previsto, online dal 20 al 27 gennaio. Il festival sarà comunque "completo", con tutti i premi, le sezioni e i programmi speciali, ha detto la direttrice della manifestazione Anita Hugi durante la conferenza stampa virtuale di oggi.

La base di tutto ciò è un nuovo sito web, che «mostra e veicola il cinema svizzero in modo attraente e moderno», ha aggiunto Hugi. A causa dei continui cambiamenti delle regole imposti dalla pandemia di coronavirus, è stato necessario progettare quattro diversi concetti di festival, ha ricordato. Da un'edizione ridimensionata in loco, concepita in maggio, si poi passati all'idea di una versione on line con piccole proiezioni isolate a Soletta. Ma già prima di Natale l'impostazione esclusivamente virtuale della 56esima edizione è diventata definitiva.

Il presidente delle "Solothurner Filmtage", Felix Gutzwiller, vede il dislocamento nello spazio virtuale anche come una «democratizzazione della cultura» e un «servizio alla cultura». L'edizione online non prevede proiezioni gratuite. «La cultura è preziosa», ha sottolineato Gutzwiller. Il ricavato degli ingressi online (1000 posti virtuali per film) andrà in parte alle produzioni come contributo diretto di solidarietà.

Il programma di quest'anno comprende 170 film di tutti i generi, lunghezze e lingue nazionali. Si erano candidate 651 produzioni, a fronte delle 262 di un anno prima.

Per la prima volta nella storia di questo festival sarà un film prodotto nella Svizzera italiana ad avere il privilegio di aprire la manifestazione: "Atlas" del ticinese Niccolò Castelli, regista e sceneggiatore nato a Lugano nel 1982 - e non sarà l'unico ticinese presente nel programma delle Giornate. La rassegna renderà omaggio anche al regista e produttore ticinese Villi Hermann ("San Gottardo", "Bankomatt"), che presto avrà 80 anni. Nato a Lucerna nel 1941, figlio di padre svizzero-tedesco e di madre ticinese, ha sempre creato opere che si occupano della realtà che lo circonda.

Con otto registe, cinque registi e una co-regia di due donne, le realizzatrici superano gli uomini per la prima volta nella storia del Premio della giuria. Il premio principale del festival, dotato di 60'000 franchi, sarà assegnato per la tredicesima volta il 26 gennaio. Sempre lo stesso giorno sarà trasmessa sul sito web la cerimonia di premiazione del Prix du Public, del valore di 20'000 franchi. Nella categoria "Opera Prima", verrà dato per la prima volta un premio di 20'000 franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Agenda
LUGANO
11 ore
"Ferroboat" è pronto a salpare
Mercoledì 28 luglio si potranno solcare le acque del Ceresio insieme a Roberto Ferrari di Radio Deejay
CANTONE
5 gior
Nichetti ha scelto “One Leaf One Life”
Il documentario di Domenico Lucchini parteciperà a un festival milanese e in autunno arriverà nelle sale ticinesi
LOCARNO
5 gior
Due prime mondiali per Locarno74
Saranno il debutto di Charlotte Colbert e il nuovo film di Gleb Panfilov, già Pardo d'oro nel 1969
LOCARNO
6 gior
Alla scoperta della Stazione Spaziale Internazionale... restando alla Rotonda
Si potrà vedere "Space Explorers: The ISS Experience" all'interno della vecchia cabina di proiezione di Piazza Grande
CEVIO
6 gior
Tocca al blues italiano, ticinese e svizzero
Mercoledì 21 e giovedì 22 luglio due grandi serate per il Vallemaggia Magic Blues
LUGANO
1 sett
Andrea Pucci torna a Lugano
L'evento è previsto per il 9 settembre in Piazza Manzoni
CANTONE
1 sett
Un viaggio nel tempo con il trenino storico
Un'esperienza unica, da vivere domenica 18 luglio sulla tratta tra Locarno e Camedo
MONTECENERI
1 sett
Monte Tamaro, la parola d'ordine è musica
Il 31 luglio si terrà una giornata con Make Plain, Lorenzo De Finti e CoreLeoni
LOCARNO
1 sett
Un antipasto muto (ma musicato dall'Osi) per il Locarno Film Festival
È “Safety Last!” (“Preferisco l'ascensore”) con Harold Lloyd, la proiezione è prevista per il pomeriggio del 4 agosto
CEVIO
1 sett
Blues in salsa europea e americana a Cevio
Due serate con Copenaghen Slim, Justina Lee Brown, Kaz Hawkins, Hotlanta e Neal Black & The Healers
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile