CANTONE
01.10.18 - 06:010
Aggiornamento 11:27

4 film (più 1) da non lasciarsi scappare al Film Festival Diritti Umani

Storie di spazzini digitali nell'era social, famiglie tribolate (da Oscar) e inspiegabili stragi fino al processo a Mandela come non l'avete visto mai

LUGANO - Una programmazione mai così ricca per questa quinta edizione del Film Festival Diritti Umani che si svolgerà dal 9 al 14 ottobre e che per l'occasione raddoppierà su due sale (Iride e Corso). In cartellone un totale di 33 pellicole, 16 delle quali in anteprima svizzera. 

Fermo restando che è imperativo consultare il programma completo sul sito ufficiale della kermesse, ci siamo permessi di scegliere 4 fra i lungometraggi in cartellone che ci hanno colpito di più tenendo conto delle tematiche portanti di questa edizione.

Tutti i film sono (ovviamente) sottotitolati in italiano.

"The Cleaners", giovedì 11 ottobre (18:00, Cinema Corso)

Seguendo una delle tematiche-cardine del festival, ovvero le moderne schiavitù, "The Cleaners" mostra la difficile quotidianità di quell'esercito operai che moderano, controllano e rimuovono le foto postate sui social network. Si tratta di intere aziende con sede in Asia e di persone spesso e volentieri vessate psicologicamente al limite del tracollo. Una quotidianità, la loro, vissuta fra immagini di violenze, pornografia e oscenità che in questo nostro presente, finisce per avere un'importanza socio-politica enorme.

La prevendita qui.

"Samouni Road", venerdì 12 ottobre (17:15, Cinema Corso)

Premiato al 71esimo Festival di Cannes, il documentario di Stefano Savona riprende l'inspiegabile e tragica mattanza di 29 innocenti avvenuta a Gaza nel 2009. La resa dei ricordi dei sopravvissuti viene lasciata alla forza dell'animazione e, in questo caso, alla sapiente e mano di Simone Massi che produce degli spettacolari scorci in bianco e nero. Tra l'altro una mostra con i disegni realizzati per il film può essere visitata allo Spazio 1929 (Via Antonio Ciseri 3) a Lugano.

La prevendita qui.

"We the animals", sabato 13 ottobre (11:15, Cinema Corso)

Tre figli di una coppia mista (american-portoricana) tribolata creano un loro mondo negli Usa più bucolici degli anni '80, diventando a tutti gli effetti dei piccoli animali selvaggi. "We the animals", già premiato al Sundance di quest'anno, è una pellicola in odore di Oscar. Oltre alla regia ispirata di Jeremiah Zagar, da incorniciare la prestazione del cast, e soprattutto dei tre giovanissimi protagonisti.

Dalle 9.30 c'è una colazione offerta al pubblico. La prevendita qui.

"The State against Mandela and the others", domenica 14 ottobre (20:30, Living Room)

Si chiude con una dedica a Nelson Mandela, nel centenario dalla sua nascita, il Film Festival Diritti Umani, e lo fa con una produzione svizzera. La pellicola, realizzata da Nicolas Champeaux e Gilles Porte, attinge a centinaia di ore di registrazioni audio del processo del 1963 a Madiba e altri esponenti dell'ANC. E saranno proprio questi "altri", sopravvissuti, ad aggiungere un tocco ulteriore - e unico - al tutto.

La prevendita qui.

E, da non dimenticare:

"Eldorado", venerdì 12 ottobre 20:30, (Cinema Corso)

Al regista elvetico Markus Imhoof, il festival dedica una retrospettiva che inizia mercoledì si conclude proprio venerdì con la proiezione della sua ultima pellicola e con la consegna del premio Diritti Umani. "Eldorado" si occupa, come già altri lavori di Imhoof, di migrazione e in particolare dei viaggi della speranza attraverso il Mediterraneo mostrato però con uno sguardo inedito.

Prevendita qui.

Commenti
 
sedelin 2 mesi fa su tio
ottima rassegna da non perdere, perché chi non sa, sappia.
streciadalbüter 2 mesi fa su tio
E dei doveri umani perché non se ne parla mai?
sedelin 2 mesi fa su tio
@streciadalbüter che palle, sempre lo stesso commento senza argomentazioni!
Potrebbe interessarti anche
Tags
film
festival
ottobre
umani
prevendita qui
prevendita
diritti
diritti umani
festival diritti umani
film festival
TOP NEWS Agenda
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report