Keystone
LOCARNO
02.05.18 - 12:000
Aggiornamento 13:08

Ethan Hawke al Festival, a lui l’Excellence Award

L’attore, regista, sceneggiatore e scrittore statunitense sarà ospite in Piazza Grande mercoledì 8 agosto

LOCARNO - Locarno71 renderà omaggio con l’Excellence Award a Ethan Hawke. L’attore, regista, sceneggiatore e scrittore statunitense sarà ospite in Piazza Grande mercoledì 8 agosto in occasione della prima internazionale del film Blaze, da lui diretto, presentato al Sundance Film Festival 2018.

L’omaggio sarà accompagnato dalla proiezione di una selezione di film della sua carriera. Giovedì 9 agosto il pubblico del Festival potrà assistere a una conversazione con l’attore e regista allo Spazio Cinema (Forum).

L’Excellence Award rende omaggio a personalità cinematografiche che hanno arricchito il cinema con il loro lavoro ed il loro talento. Fra i premiati dell’Excellence Award delle scorse edizioni, Mathieu Kassovitz, Edward Norton, John Malkovich, Juliette Binoche and Isabelle Huppert.

Carlo Chatrian, Direttore artistico del Locarno Festival ha così motivato la scelta: «Sono particolarmente felice di omaggiare Ethan Hawke, non solo perché è un artista straordinario e straordinariamente duttile, ma perché promuove il concetto di “cinema” che vogliamo presentare a Locarno. Un’arte dove l’intrattenimento va di pari passo con la ricerca linguistica, dove emozione e riflessione, su figure o temi cruciali per leggere il presente, si richiamano. Dal felice sodalizio con Linklater all’impressionante interpretazione in First Reformed di Paul Schrader, Hawke dimostra che un attore è molto più che un corpo – per quanto affascinante – prestato allo sguardo della macchina da presa. Il suo ultimo film, Blaze, conferma il suo talento di narratore e di direttore d’attori e apre una nuova, promettente, pagina in una già ricchissima carriera».

La 71esima edizione del Locarno Festival si terrà dal 1° all’ 11 agosto 2018.

Ethan Hawke - Ethan Hawke, figura poliedrica all’interno del cinema statunitense e internazionale, in oltre trent’anni di carriera non ha mai smesso di sperimentare confrontandosi con generi e mezzi sempre diversi riuscendo a conservare uno sguardo impegnato. Conosciuto al grande pubblico grazie al film di successo Dead Poets Society (L’attimo fuggente, 1989), diretto da Peter Weir, nel quale interpreta il ruolo dell’introverso studente Todd Anderson accanto a Robin Williams. Ethan Hawke debutta a quattordici anni nel film Explorers (1985), punto di partenza di una vita e una carriera trascorse davanti e dietro la macchina da presa. Il 1995 è l’anno della svolta, inizia il sodalizio con Richard Linklater che lo sceglie per interpretare Jesse in Before Sunrise, primo capitolo di una trilogia che lo vede impegnato nella duplice veste di interprete e sceneggiatore, in Before Sunset (2004) e in Before Midnight (2013), entrambe le sceneggiature gli procurano una nomination all'Oscar. Altri autori con cui Hawke ha collaborato a più riprese sono Andrew Niccol, Gattaca (1997), Lord of War (2005), Good Kill (2014) e Antoine Fuqua, Training Day (2001), Brooklyn’s Finest (2009), The Magnificent Seven (2016).

Nel 2001 l’interpretazione al fianco di Denzel Washington in Training Day, diretto da Antoine Fuqua, gli è valsa la sua prima nomination all'Oscar come miglior attore non protagonista. Nel 2014, diretto sempre da Richard Linklater, partecipa al film Boyhood, girato nell'arco di dodici anni (2002-2013), vestendo i panni del padre del protagonista. Ruolo che gli fa guadagnare un’altra candidatura come miglior attore non protagonista, sia al Golden Globe sia all'Oscar. Negli anni successivi continua la sua carriera collaborando con registi di grande spessore, nel 2017 è il protagonista di First Reformed, scritto e diretto da Paul Schrader.

In oltre trent’anni di carriera Hawke è riuscito a confermarsi come uno degli attori più versatili della sua generazione, è stato capace di attraversare diverse fasi interpretative senza rimanere intrappolato dai suoi personaggi più celebri e riusciti, scrollandosi di dosso le etichette per gettarsi in progetti eterogenei che l’hanno visto di volta in volta mutare. Esordisce alla regia con Chelsea Walls (2001), segue l’adattamento cinematografico del suo secondo romanzo The Hottest State (2006), il documentario Seymour: An Introduction (2014) e il suo ultimo lavoro BLAZE, presentato al Sundance Film Festival 2018, il quale racconta la vita del controverso cantautore statunitense Blaze Foley, interpretato da Benjamin Dickey (premio speciale della giuria come miglior attore).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Agenda
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report