Keystone / AP
STATI UNITI
17.12.17 - 13:030

Biancaneve compie 80 anni

Il capolavoro di Walt Disney venne proiettato in anteprima al Carthay Circle Theatre di Los Angeles il 21 dicembre 1937

LOS ANGELES - Innocente, pura, semplice, così diversa dalle eroine di oggi, come la coraggiosa protagonista di Oceania o l'intraprendente e sempre allegra Anna di Frozen, eppure ancora universalmente amata: Biancaneve e i sette nani, primo lungometraggio prodotto da Walt Disney e primo film di animazione completamente a colori, compie 80 anni. "Snow White ad the Seven Dwarfs" venne proiettato in anteprima al Carthay Circle Theatre di Los Angeles il 21 dicembre 1937, poi distribuito negli Usa il 4 febbraio 1938. Dopo la prima uscita ottenne al box office 8 milioni di dollari in tutto il mondo.

È tuttora tra i film di animazione più redditizi della storia americana, con un incasso negli Usa di oltre 935 milioni di dollari (oltre 913 milioni di franchi al cambio attuale), e la Disney lavora a rilanciarlo in formato live action: a scrivere il film Erin Cressida Wilson (che ha firmato la sceneggiatura della Ragazza del treno). Senza contare gli innumerevoli adattamenti del grande classico dei fratelli Grimm: tra i più recenti Biancaneve, con Julia Roberts e Lily Collins, e Biancaneve e il cacciatore con Kristen Stewart, o la serie televisiva Once Upon a Time.

La madre di tutte le principesse Disney, fanciulla perseguitata dalla perfida matrigna Grimilde, che si rifugia nel bosco, nella casa dei sette nani, viene avvelenata dalla strega e poi si risveglia grazie al bacio del principe azzurro, fu un miracolo artistico negli anni bui in cui gli Stati Uniti uscivano dalla grande depressione.

Il giovane Walt Disney decise di rischiare per realizzare il primo cartone animato strutturato come un film, investendo tutto quello che aveva, oltre un milione e mezzo di dollari, cifra astronomica per quei tempi. La scelta di Biancaneve non fu casuale: un giovanissimo Walt aveva assistito in un cinema muto alla prima versione tratta dai Grimm, con Marguerite Clarke, e ne era rimasto colpito. Più avanti si rese conto delle potenzialità della storia e dopo anni di puntigliosa e quasi ossessiva preparazione creò la pellicola.

Una scommessa vinta: grazie a quell'intuizione Disney realizzò le basi di un vero e proprio impero - gigante che ha di recente acquisito il ramo intrattenimento di Fox - aprendo i Walt Disney Studios a Burbank, in California, in cui sono stati girati tutti gli altri suoi classici.

Diretto da David Hand, il film Biancaneve e i sette nani venne prodotto in tre anni con tecniche innovative: ci lavorarono 32 animatori, 102 assistenti, 167 intercalatori, 20 scenografi, 25 artisti dell'acquerello, 65 animatori per gli effetti e 158 tra pittrici e inchiostratrici. Furono realizzate 2 milioni di illustrazioni usando 1500 tonalità di colore. Premiato con un Oscar speciale, consegnato da Shirley Temple a Walt Disney, il film ottenne, oltre alla tradizionale statuetta, anche altri sette Academy Award in miniatura.

Mix vincente di diversi generi, dal dramma alla love story, dal fantasy alla commedia fino all'horror - celebre la sequenza in cui l'invidiosa regina si trasforma in una strega dal naso adunco, dalle mani-artigli nodose e dal ghigno raggelante - Biancaneve è stato restaurato nel 2001, per il centenario di Walt Disney, sotto la supervisione di due decani della casa di produzione, Frank Thomas e Ollie Johnston.

«Lavorare con Walt Disney non era facile - raccontò allora Frank Thomas - : era lui che aveva il progetto in mente, non c'era nulla di scritto. Ci disse di dimenticare il racconto originale. Andava di stanza in stanza narrando la sua versione della storia a tutti, decine di volte. Aveva idee geniali e spesso era insopportabile, ma è a lui che si deve se Biancaneve è ancora nella memoria della gente a decenni di distanza».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Agenda
CANTONE
1 gior
Tre grandi opere per il Film Festival Diritti Umani Lugano
Tra gli ospiti Massoud Bakhshi, il cui ultimo film è stato premiato al Sundance Film Festival
BELLINZONA
1 gior
"I Primi 20 anni" dei Vad Vuc al Teatro Sociale
Stasera e domani il doppio concerto-evento della band, con tante sorprese per i presenti
CANTONE
3 gior
Per Flavio Sala & co. è un «Sa vedum» a primavera 2021
Con lo spettacolo “Se la va la gh'a i röd” che stava andando benissimo prima che il Covid-19 ci mettesse lo zampino
FOTO
ASCONA
4 gior
Successo per l'edizione Covid-compatibile delle Settimane Musicali
La nuova formula è piaciuta a tutti e gli organizzatori si preparano già all'edizione 2021
LUGANO
4 gior
Nuovo appuntamento con Poestate
L'incontro è previsto per mercoledì 30 settembre in Piazza Manzoni
LUGANO
6 gior
Al via la nuova stagione di LuganoMusica
Il concerto di apertura è stato affidato all'Orchestra Mariinskij con Valerij Gergiev (e il figlio Abisal)
ASCONA
6 gior
Ad Ascona questa sera brillerà la stella di Leonidas Kavakos
Ospite delle Settimane Musicali il virtuoso violinista ateniese si esibirà con brani di Bach e Brahms
ASCONA
1 sett
Alle Settimane Musicali la serata di sabato è tutta di Francesco Piemontesi
Il pianista ticinese è la stella (ma non l'unica) del concerto di questa sera al Collegio Papio di Ascona
ASCONA
1 sett
“Piemontesi & Friends”: si apre all’insegna di Bach
Questo weekend le Settimane Musicali di Ascona entrano nel vivo in un fine settimana a tutta musica
BELLINZONA
1 sett
Al via oggi un'edizione di Babel che non teme il coronavirus
E che, malgrado tutto, festeggia i suoi 15 anni. Il tema di quest'anno è “Atlantica” e tratterà le suggestioni americane
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile