Foto: Brigitte Mader/UFE
Palo della luce e stazione di ricarica: in un posteggio in zona blu riservato espressamente alle auto elettriche è possibile ricaricare la propria auto elettrica collegandola al palo della luce.
Mobilità
05.06.21 - 16:290

Presto potremo caricare le auto elettriche collegandole ai pali della luce?

La rete di ricarica diventerebbe sempre più fitta.

Le auto elettriche sono pronte per il sorpasso: mai come nel 2020 sono state vendute tante auto elettriche e ibride in Svizzera. Il trend potrebbe proseguire anche nel 2021: nel primo quadrimestre, un’auto immatricolata ogni sei è alimentata con motore elettrico. Se il trend dovesse proseguire fino alla fine dell’anno, l’obiettivo di raggiungere una percentuale di nuove immatricolazioni di auto elettriche del 15 per cento entro il 2022 potrebbe essere raggiunto già nel 2021.

L’aumento delle auto elettriche si traduce in un crescente fabbisogno di stazioni di ricarica. Anche nelle grandi città, l’offerta è per il momento piuttosto limitata.
Spesso l’auto deve essere lasciata in un posteggio blu e non tutti gli autosili sono muniti di stazioni di ricarica. Secondo il Touring Club Svizzera, il venti per cento delle ricariche di auto elettriche avviene tuttavia nello spazio pubblico.

 

Parcheggi appositi per le auto elettriche

A Berna è stato quindi avviato un progetto pilota che offre una possibilità disponibile già da tempo nelle maggiori città europee come Londra: ricaricare le auto elettriche collegandole ai pali della luce. In collaborazione con il fornitore di stazioni di ricarica Move Mobility, l’azienda elettrica di Berna «Energie Wasser Bern» (ewb) ha installato in tre punti della città dei pali della luce che fungono da stazioni di ricarica: due nel quartiere Kirchenfeld e uno nel quartiere Ausserholligen.
In questi quartieri si trovano prevalentemente case plurifamiliari e gli abitanti posteggiano generalmente in zona blu.

Poiché i pali della luce sono programmati per non consumare elettricità durante il giorno, hanno dovuto essere muniti di condutture elettriche separate e di apposite prese per la ricarica. I rispettivi posteggi in zona blu sono stati contrassegnati come riservati per le auto elettriche. Anche le procedure per gestire i posteggi non autorizzati sono in fase di test.

 

Elettricità a prezzo ridotto

Per ricaricare l’auto collegandola a un palo della luce, ci vuole tuttavia un po’ di pazienza: la potenza di ricarica è di soli 3,7 kW. Una ricarica di un’ora permette quindi di percorrere circa 15 chilometri. In confronto: caricare l’auto per un’ora a una stazione di ricarica veloce con una potenza tra 50 e 150 kW permette di coprire una distanza che va da 250 a 750 chilometri.

I pali della luce sono quindi adatti soprattutto per la ricarica notturna. L’elettricità non viene inoltre fornita gratuitamente: gli utilizzatori devono sottoscrivere un abbonamento con Move, gestore della stazione di ricarica. Secondo ewb, l’elettricità dovrebbe essere comunque fornita a un prezzo vantaggioso. È inoltre necessario portare con sé un proprio cavo di ricarica con presa di tipo 2.

Il test proseguirà fino alla primavera del 2022. In seguito si deciderà quindi se implementare il sistema in tutta la città di Berna. Il progetto pilota è sostenuto da SvizzeraEnergia. In caso di successo, i risultati ottenuti verranno quindi messi a disposizione di altre città e Comuni. La diffusione della rete di stazioni di ricarica a livello svizzero accelererebbe enormemente.

Foto: Brigitte Mader/UFE
Ingrandisci l'immagine
ULTIME NOTIZIE #NOISIAMOILFUTURO
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile