Foto: Urs Jaudas/Tamedia
I sistemi di riscaldamento a nafta e a gas contribuiscono in maniera importate all’aumento della concentrazione di CO2 nell’atmosfera.
Lifestyle
19.10.21 - 10:300

Da sapere sul biossido di carbonio – Parte 1

Conoscenze di base sul CO2 e i suoi effetti.

Gas a effetto serra, CO2, CO2-equivalenti: le discussioni sui cambiamenti climatici fanno riferimento a tantissime definizioni e concetti specialistici. In questo articolo spiegheremo cosa significano queste definizioni e perché il CO2 è così dannoso per l’ambiente.

Sui vari media leggiamo quasi tutti i giorni di cambiamenti climatici. Gli articoli sono pieni di termini specialistici e concetti scientifici che richiedono una conoscenza di base che spesso manca o di cui ci siamo dimenticati nel tempo. Cosa sono ad esempio i CO2-equivalenti? Per quale ragione il biossido di carbonio (CO2) è dannoso per il nostro pianeta? O meglio: da quando? Quali settori della nostra vita quotidiana producono l’impronta di CO2 più marcata? In questa prima parte spiegheremo i concetti fondamentali e le ragioni per cui i gas serra hanno un ruolo così importante nei cambiamenti climatici*.

Cos’è il CO2?

Il biossido di carbonio o anidride carbonica, in breve CO2, è un gas incolore e inodore. Il CO2 viene costantemente emesso e assorbito dalla vegetazione, dagli oceani e dal terreno in quello che è il ciclo naturale del carbonio. Senza interventi umani in natura, i flussi del carbonio emessi e assorbiti nell’atmosfera si equivarrebbero e non ci sarebbe nessun effetto di riscaldamento climatico.

Perché il CO2 è così rivelante per il cambiamento climatico?

Le quantità di CO2 emesse dall’uomo nell’atmosfera a causa del processo di combustione di vettori energetici fossili distruggono l’equilibrio naturale. Poiché oceani, suolo e vegetazione possono assorbire solo una parte del CO2 supplementare emesso dall’uomo (attualmente circa la metà), si crea un’eccedenza. La conseguenza diretta è un aumento della concentrazione di CO2 nell’atmosfera che procede ad una velocità mai osservata prima.

Cosa sono i gas serra?

I gas serra sono componenti gassose dell’atmosfera che causano il cosiddetto effetto serra. I gas serra più importanti tra quelli emessi dall’uomo sono: biossido di carbonio (CO2), metano (CH4), ossido di diazoto (N2O, gas esilarante) nonché numerosi altri gas sintetici come ad esempio idrofluorocarburi (HFC), fluorocarburi (PFC), esafluoruro di zolfo (SF6) e trifluoruro di azoto (NF3).

Perché i gas serra, e in particolare il CO2, sono dannosi per il clima?

I cambiamenti climatici sono causati da differenti gas serra emessi nell’atmosfera dalle attività umane. I problemi maggiori sono causati dal CO2 poiché questo gas è emesso in grandi quantità e rimane a lungo nell’atmosfera. A partire dalla rivoluzione industriale, e dal conseguente utilizzo sempre più esteso di vettori energetici fossili, il tenore di CO2 nell’atmosfera è cresciuto a dismisura causando un aumento delle temperature medie globali.

In che modo i gas serra causano il riscaldamento globale?

La superficie terrestre viene riscaldata dall’irraggiamento solare. La terra riflette quindi il calore (sotto forma di radiazione) nell’atmosfera. I gas serra nell’atmosfera assorbono queste radiazioni e ne rispediscono una parte verso la superficie terrestre. In questo modo, la superficie e la parte inferiore dell’atmosfera si riscaldano ulteriormente. Con l’aumento della concentrazione dei gas serra, aumenta anche l’effetto di riscaldamento. Ecco perché è così importante ridurre le emissioni di gas serra e soprattutto di CO2.

Come si può ridurre la concentrazione di CO2?

Generalmente la natura stessa estrae dall’aria e assorbe il CO2 tramite la vegetazione, gli oceani e il suolo. Se la concentrazione di CO2 supera le capacità naturali di assorbimento, si genera un’eccedenza che può essere ridotta solo tramite filtraggio attivo, ad esempio con un impianto di filtraggio del CO2. Questa tecnologia è tuttavia ancora agli albori e attualmente non può garantire un effetto di riduzione sufficiente.

Nella seconda parte, che verrà pubblicata il 26 ottobre, scoprirete cosa sono i CO2equivalenti e le emissioni grigie e in quali ambiti è possibile ridurre maggiormente le emissioni di biossido di carbonio.

* Le informazioni riportate di basano su un’intervista scritta con l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) e sulle indicazioni reperibili su www.admin.ch

ULTIME NOTIZIE #NOISIAMOILFUTURO
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile