Getty
A partire da inizio marzo, una nuova etichetta valida a livello europeo fornisce informazioni sull’efficienza energetica degli elettrodomestici.
NUOVA ETICHETTA ENERGETICA
02.07.21 - 08:000

«Fornire informazioni errate sarebbe controproducente

A partire dalla primavera, gli elettrodomestici sono contrassegnati con una nuova etichetta dell’efficienza energetica.

Apparecchi che prima erano considerati tra i top di gamma sono ora solo di classe media. Eric Bush di Topten.ch spiega perché è stato necessario ritoccare i requisiti verso l’alto.

Negli ultimi tempi, la cima della classifica era diventata decisamente affollata: la probabilità che i nuovi frigoriferi, lavatrici o televisori immessi sul mercato negli ultimi anni venissero classificati come classe energetica A+++ era molto elevata. Gli apparecchi migliori non ottenevano riconoscimenti particolari. È stato quindi necessario alzare l’asticella e a inizio marzo è stata introdotta una nuova etichetta energetica europea.

Il fondatore di Topten.ch, Eric Bush, spiega in questa intervista quali vantaggi presenta la nuova etichetta e perché questa non durerà per sempre.

I consumatori si erano abituati alle informazioni sull’efficienza energetica fornite finora. Perché era necessaria una nuova etichetta?
Gli apparecchi diventano sempre migliori, molti sono quindi contrassegnati con una A+++ ed era diventato impossibile differenziarli. Le indicazioni erano inoltre sempre più confuse.

La nuova etichetta non porterà maggiore confusione?
Il settore del commercio è ben informato sulla novità e può spiegare la nuova etichetta ai consumatori. Anche nel commercio occorre però essere ben consapevoli che la vecchia classe A+++ non è migliore della nuova classe C. Poiché anche acquistando apparecchi di classe C si possono ottenere incentivi finanziari, dovrebbe diventare presto chiaro che anche C è una buona classificazione.

L’etichetta metterà maggiore pressione sui produttori?
Parlerei più di stimolo verso un ulteriore sviluppo. Chi produce apparecchi per la fascia di prezzo più elevata approva il nuovo sistema di misurazione e lo accoglie favorevolmente. I migliori potranno vendere i propri prodotti a prezzi più elevati.

Sono i produttori stessi ad assegnare la classe energetica ai propri prodotti. Non c’è il rischio d'imbrogli?
Le autorità di sorveglianza del mercato in Svizzera e nei Paesi europei svolgono regolarmente controlli a campione e possono multare i produttori. Fornire false informazioni sarebbe inoltre controproducente.

Quali vantaggi offre l’etichetta energetica ai consumatori?
La gente non vuole metterci più di un’ora a comperare un frigorifero. L’etichetta è un metodo super efficiente per aiutare nella scelta. Oltre al consumo di energia, riporta numerose indicazioni supplementari che, a seconda dell’apparecchio, possono essere ad esempio informazioni sul consumo di acqua, sulla rumorosità o sull’efficacia nell’asciugatura. Un codice QR permette di reperire informazioni più dettagliate.

Sono state introdotte ulteriori novità.
Ecco un esempio: prima il consumo energetico di una lavatrice era fornito come consumo annuale supponendo 220 cicli di lavaggio. Ora il consumo energetico è calcolato su cento cicli di lavaggio. Per i televisori, prima veniva considerato il consumo annuale mentre ora l’etichetta fornisce il consumo per mille ore di utilizzo.

La nuova etichetta può acuire la consapevolezza ambientale dei consumatori?
L’etichetta è soprattutto uno strumento pratico che fornisce indicazioni misurabili e quantitative. Senza l’etichetta, i produttori potrebbero semplicemente dichiarare che i loro apparecchi sono efficienti. La consapevolezza ambientale in sé va sviluppata nelle scuole e con l’aiuto dei media.

Se gli apparecchi diventano sempre più efficienti, un giorno la classe A diventerà di nuovo troppo affollata. Quanto tempo ci vorrà prima che si esaurisca l’utilità della scala della nuova etichetta?
Effettivamente, con il tempo i prodotti si spostano verso l’alto nella scala. È voluto, altrimenti lo sviluppo si arresterebbe. Tra cinque-sette anni il sistema dovrà quindi essere nuovamente aggiornato.

La nuova etichetta energetica

La nuova etichetta energetica è stata introdotta il 1° marzo 2021. Agli elettrodomestici viene ora assegnata una classe energetica che va da A a G. Spariscono le classi A+++, A++ e A+. Durante la prima fase, sette gruppi di prodotti verranno classificati con la nuova etichetta energetica:

Lavastoviglie

Frigoriferi e congelatori

Cantinette da vino

Lavatrici

Asciugatrici

Televisori e monitor per PC

Lampade e sorgenti luminose (a partire dal 1° settembre)

Durante il periodo di transizione fino alla fine del 2021 (fine agosto 2022 per le sorgenti luminose), possono essere visibili sia l’etichetta nuova che quella vecchia. Per altri gruppi di prodotti, come ad esempio aspirapolveri e climatizzatori, l’introduzione avverrà non prima del 2022.

eev.ch
Guarda le 2 immagini
ULTIME NOTIZIE #NOISIAMOILFUTURO
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile