tipress
CANTONE / CONFINE
11.01.18 - 11:100

Via Crucis sui binari: 5 ore per tornare a casa

Una donna viene investita sui binari alle 14.30 e i disagi si protraggono fino alle 19:30. Il racconto dei viaggiatori. E questa mattina nuovi problemi con i treni

LUGANO - Si sono protratti fino alle 19:30 circa (con strascichi fino alle 21), i disagi sulla linea Milano-Chiasso dovuti all'investimento di una donna a Lentate sul Seveso avvenuto poco dopo le 14. «A causa dell’investimento di una persona e il conseguente intervento da parte delle Autorità competenti, i treni potranno subire ritardi di circa 120 minuti, variazioni di percorso o cancellazioni», scriveva Trenord sul sito ufficiale. Le previsioni (già poco ottimistiche) della compagnia ferroviaria, sono state largamente superate ed è così che, ieri sera, per i frontalieri che dovevano far ritorno presso le loro abitazioni il viaggio è stato una vera e propria via crucis. 

Le lamentele dei viaggiatori - In molti hanno stigmatizzato il comportamento assente o poco collaborativo del personale sia sul fronte svizzero che su quello italiano. «Nessuno ci diceva niente, una volta a Chiasso siamo stati lasciati in balia di noi stessi» ci ha raccontato una viaggiatrice che era partita da Lugano alle 17.42 con destinazione Seregno. «A Chiasso siamo riusciti a salire su un altro Tilo fino ad Albate. Lì siamo scesi e abbiamo preso un treno locale fino a Cantù. Qualcuno si è fatto venire a prendere in auto da parenti e amici. alla fine sono arrivata a casa alle 20.30, tre ore di viaggio».

«Era tutto in mano all'Autorità giudiziaria» - Contattate, le ferrovie italiane non riescono a spiegare l'inconveniente: «Solitamente per questo tipo di interventi delicati, calcoliamo una chiusura della linea di massimo 3 ore. Ieri qualcosa non è andata come al solito, ma al momento non ci è dato sapere cosa», ci spiega un portavoce di Rete Ferroviaria Italiana. «Essendoci stata una vittima è l'Autorità giudiziaria che decide quando riattivare la linea. Quello che sappiamo è che l'interruzione, dalle 14:25 alle 19:20, si è protratta per consentire a chi di dovere di effettuare i rilievi di rito», ribatte.

Nuovo giorno, nuovi disagi - Intanto, anche la mattinata di oggi per i pendolari ricomincia all'insegna di ritardi e treni cancellati. 

Il treno Varese – Mendrisio delle 7:36 è partito con 15 minuti di ritardo a causa dell’attesa del treno corrispondente. Quello delle 8:06 (sempre da Varese) per Albate Camerlata è stato addirittura cancellato per un guasto che ha richiesto un intervento tecnico (i pendolari hanno dovuto attendere un'ora per prendere la corsa successiva). Anche il treno tra Albate Camerlata e Varese (delle 7:07) è stato cancellato e quello delle 9:07 ha avuto problemi. 

Lamentele dal mondo politico - I problemi, a quanto pare, non si limitano ai disagi. E si moltiplicano le segnalazioni di chi inizia a spazientirsi. Tra questi anche alcuni appartenenti al mondo politico. «Il 7:06 da Mendrisio è arrivato con sole 4 carrozze. Un treno da Varese non è pervenuto», ci racconta Giovanni Poloni, consigliere comunale PLR a Mendrisio. «Ci sono problemi di sicurezza a bordo. Per non parlare delle mamme con passeggini o disabili che sono impossibilitati a salire. Ma che servizio è? Come minimo i viaggiatori andrebbero rimborsati. Non parliamo di missioni spaziali, ma di far funzionare dei treni regionali nel 2018», aggiunge.

Sintetica, ma sufficientemente esplicativa, è la reazione di un'altra consigliera comunale, Denise Maranesi: «Care (in tutti i sensi) FFS il collegamento Como-Varese fa semplicemente schifo... Sempre e perennemente in ritardo».

6 gior fa Incubo in carrozzina sul treno per Varese: «Fermo in stazione 5 ore. Di notte»
1 sett fa Tra speranze e delusioni il primo viaggio sulla nuova linea
1 sett fa Inizio flop per il treno dei frontalieri
6 gior fa Troppi ritardi per il treno dei frontalieri: «Rimborsate i passeggeri»
Commenti
 
Roberto Weitnauer 5 gior fa su fb
Mah, io onestamente non capisco questi articoli. Si pubblica ogni cosa, pur di ottenere clic e commenti. Si può capire dal punto di vista editoriale/marketing, ma se ciò deve andare a scapito della serietà, allora comincio a ritarare il giudizio sull’attendibilità della testata. Qual’è il punto? Il punto è che, se pure è vero che il giornale si limita correttamente a raccontare i fatti, li sceglie con cinismo e superficialità e non fa alcun accenno all’aspetto tragico della faccenda. Insomma, una donna è stata investita e l’autorità giudiziaria ha decretato il blocco del traffico. Da questo punto di vista specifico le Trenord non c’entrano nulla. Non sappiamo cosa ci sia in ballo, ma le ferrovie non hanno fatto altro che sottostare alle direttive degli inquirenti. Certamente, hanno i loro grandi difetti, ma è poco produttivo e intelligente mischiare tutto con polemiche di bassa lega, come quella della consigliera Denise Maranesi. Sarebbe stato più utile un articolo che si soffermasse sulla pericolosità delle linee Trenord. In effetti, a quanto mi risulta, gli incidenti e i problemi di sicurezza lungo questi collegamenti non sono rari. Questo è un problema serio, non le dichiarazioni dei passeggeri stizziti che sono rientrati tardi a casa. Più pertinenti sono in questo senso le critiche di Giovanni Poloni del PLR.
oxalis 6 gior fa su tio
Ma qualcuno ha pensato di telefonare a Doris Occhidolci?
GI 6 gior fa su tio
Wow, ci si lamenta anche in questi casi.....state a casa se non volete prendervi questo tipo di rischio (=quello del tragitto casa-lavoro-casa per intenderci) !
Viperus 6 gior fa su tio
Purtroppo quando si lavora coi nostri colleghi italiani i ritardi sono d`obbligo
Wilfried Passaglia 6 gior fa su fb
Capisco i disagi subiti dai viaggiatori e le loro legittime lamentele. Ma alla vittima qualcuno ci pensa? Il commento firmato La Ely è poi di un cinismo assoluto. Si vergogni signora!
Marisa Spruzzola 6 gior fa su fb
Brava ! Nemmeno a queste cose tragiche riescono a frenare la lingua !
ctu67 6 gior fa su tio
E num a pagum
Mao75 6 gior fa su tio
E i poveri cristi che stamattina a Stabio sono stati lasciati a piedi dalle 06.23 per un "tempo indeterminato" non li vogliamo ricordare?? Sono due (2) mesi che da Stabio al resto del mondo devi farti il segno della croce tutte le volte che dipendi da un mezzo pubblico.... meno male che il biglietto Arcobaleno te lo "regalano".
tip75 6 gior fa su tio
in Ticino non va meglio perché non guardare i nostri di problemi invece di continuare a fare i belli con gli altri?
Norvegianviking 6 gior fa su tio
@tip75 Lo sai perché ? Perché ci si sente sempre depositari della perfezione, di essere sempre e comunque migliori degli altri ma all'atto pratico non è così. E' più facile criticare gli altri che fare un esame di coscienza di se stessi. Questo atteggiamento supponente è insopportabile. Purtroppo il ticinese medio cade sempre nella trappola e vuole erigersi a paladino di qualcosa che non gli appartiene. Verso nord e verso sud, qualcuno c'è sempre da vessare o criticare. Comportamento da stigmatizzare, c'è bisogno di un bagno di umiltà perché, pensandoci bene, senza "quelli" a nord e quelli a sud saremmo molto ma molto più poveri, in tutti i sensi.
Francesco Sganga 6 gior fa su fb
Vi racconto la mia esperienza proprio di ieri. Chiasso - Zurigo = 3 treni!!! Da Chiasso a Mendrisio, da Mendrisio a Lugano, da Lugano a Zurigo. Più comodo di così non si potrebbe. FFS semplicemente imbarazzanti.
Filippo Guscetti 6 gior fa su fb
Ci sono anche i diretti, basta saper scegliere il collegamento più adatto alle proprio esigenze...
Francesco Sganga 6 gior fa su fb
Filippo Guscetti basta avere i diretti che non ci sono ogni momento. Chi si muove per lavoro mica può permettersi il lusso di aspettare i comodi delle FFS!!!
Lucrezia Novelli 6 gior fa su fb
Francesco Sganga io due settimane fa da Lugano a Chiasso piu' di 1H e 30. Prima treno in ritardo per cui a Mendrisio ho perso la coincidenza poi salgo sul treno successivo e si rompe, per concludere ho perso IC da Como a Milano
Tony Guadagnini 6 gior fa su fb
Sincermente le sue lamentele, sotto un articolo che parla di una donna INVESTITA!! Lasciano un po’ il tempo che trovano!
Denn Ku 6 gior fa su fb
FFS, non posso neppure accontentare i piaceri di ogni singolo utente..
Francesco Sganga 6 gior fa su fb
Denn Ku no, figurati, non è mica un problema mettere a disagio tutta la popolazione del mendrisiotto. Per le FFS la Svizzera finisce a Lugano.
Denn Ku 6 gior fa su fb
Francesco Sganga il problema difatti è il mendrisiotto, e non il fatto che non ci sia un diretto quando lei ha bisogno..
Francesco Sganga 6 gior fa su fb
Possiamo spostare il Mendrisiotto nella provincia di Como
Denn Ku 6 gior fa su fb
Francesco Sganga potremmo si..ma poi chi deve andare a Como, si lamenterà come hai fatto tu..quindi non penso sia una soluzione..
Noris Milazzo 6 gior fa su fb
Non ci sono commenti
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
treno
varese
disagi
treni
problemi
viaggiatori
crucis
autorità
trenord
albate
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2017 - Ticinonline S.A.  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report