ITALIA / CANTONE
08.01.18 - 14:000

«In Ticino era felice: vicino a noi, e soddisfatto del lavoro»

Gli ultimi movimenti di Enrico Maccari, il manager residente nel Bellinzonese scomparso in circostanze misteriose. La famiglia esclude il suicidio, e lancia un appello: «La polizia faccia di più»

GIUBIASCO - Doveva rientrare a Giubiasco la sera del 25 dicembre. Ma nell'appartamento, dove si era trasferito da poche settimane, la Polizia cantonale non ha trovato segni del suo passaggio. Sono ancora in corso le ricerche del 55enne Enrico Maccari, manager di un'azienda farmaceutica del Bellinzonese scomparso ormai da due settimane. I famigliari, contattati da Tio.ch/20minuti, escludono un gesto estremo: «Abbiamo passato le feste insieme felicemente, a Porlezza. Doveva passare il Capodanno in Ticino assieme alla compagna. Era tranquillo e felice» racconta il figlio Fabio. 

La carriera manageriale - Anche la situazione lavorativa del manager non depone per la pista del suicidio. Il suo Cv è da fare invidia. Residente in Svizzera da oltre un anno, Maccari ha ricoperto fino a novembre posizioni di responsabilità presso una multinazionale a Basilea. A dicembre uno scatto: assunto presso un'azienda farmaceutica del Bellinzonese, ruolo di direttore e «uno stipendio raddoppiato» spiegano i famigliari.

I movimenti - Per il manager il trasloco in Ticino - dove aveva già lavorato dal 2009 al 2015, in un'azienda di Bioggio - è stato «un cambiamento felice» continua il figlio: «Una specie di ritorno a casa». A tre quarti d'ora da Porlezza - paese d'origine, dove ha trascorso la Vigilia - e un'ora da Varese. Da qui, dopo aver trascorso il Natale in famiglia, il 55enne ha accompagnato uno dei figli a Malpensa. Quest'ultimo ha raccontato di averlo visto «tutt'altro che turbato». Alle 18.30 il saluto all'aeroporto è stato - almeno all'apparenza - un arrivederci. 

Assenza non annunciata - È lì che si perdono le tracce di Enrico. Il suo profilo di Whatsapp risulta attivo alle 19.35 del 25 dicembre: poi più nulla. «Avrebbe dovuto rientrare a Bellinzona in auto, per sistemare l'appartamento». Il 27 era previsto il rientro al lavoro: l'azienda «non ha ricevuto comunicazioni da lui in merito a un'assenza» continua Fabio Maccari. «La sera non si sapeva ancora nulla. Dopo varie telefonate vane, il giorno dopo mi sono recato in polizia per sporgere denuncia: prima a Bellinzona, poi a Varese». 

L'auto aziendale - Il giorno stesso l'auto aziendale di Maccari è stata ritrovata a Milano, in una traversa di viale Monza. Una scoperta preoccupante. «Nostro padre non ha interessi a Milano - sottolineano i figli -. Nell'auto inoltre sono stati trovati i medicinali che doveva prendere ogni giorno». Dettaglio, questo, che fa sembrare meno probabile l'allontanamento volontario. 

L'appello - Timori e sospetti crescono con il passare delle ore. Dopo gli appelli a eventuali testimoni, la famiglia ne lancia uno alla polizia: «Gli inquirenti non stanno facendo abbastanza, a nostro avviso. Eventuali tracce rischiano di perdersi con il tempo». La critica è rivolta «sia alla polizia italiana che a quella svizzera» afferma Fabio Maccari. «Abbiamo presentato denuncia alla Polizia cantonale ma, dal lato ticinese, tutto è fermo e ci hanno risposto che si attende un'eventuale rogatoria. Mio padre era residente in Ticino, ed è in Ticino che doveva rientrare. Spero che si faccia tutto il possibile, e in fretta». 

2 sett fa Manager di Giubiasco scomparso, doveva incontrare la nuova compagna
2 sett fa Scomparso da Natale, l'appello dei figli
Commenti
 
Bleniese 1 sett fa su tio
Ma la nostra polizia non potrebbe attivarsi immediatamente. Cosa vuol dire si attendono le rogatorie? Quest'uomo risiede a Bellinzona! È scomparsa una persona! Fosse un mio famigliare avrei già occupato i locali della polizia.
Gus 1 sett fa su tio
Se è vero quanto affermato , non è che la polizia ticinese faccia una bella figura
Frankeat 1 sett fa su tio
Non ho capito se anche la compagna è sparita o no, perché non dicono niente in merito.
Mami Bi 1 sett fa su fb
Telecamere a Milano dove hanno trovato l'auto ce ne saranno no?
Valentina Zaniolo 1 sett fa su fb
Non credo che viale Monza sia videosorvegliata, magari qualche attività commerciale potrebbe avere la propria telecamera
Mami Bi 1 sett fa su fb
Non conosco la zona..ma se ha lasciato il figlio all'aeroporto potranno vedere il tragitto da una zona all'altra...certo che era da fare subito.
Valentina Zaniolo 1 sett fa su fb
Beh ma vedere il tragitto dalla Malpensa a Milano non serve....., andava verificato il tragitto a piedi dopo aver lasciato la macchina
Valentina Zaniolo 1 sett fa su fb
Ecco..... è stato ritrovato senza vita in un appartamento vicino a dove ha lasciato la macchina.....
Potrebbe interessarti anche
Tags
ticino
maccari
polizia
auto
azienda
manager
famiglia
giorno
lavoro
enrico
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2017 - Ticinonline S.A.  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report