SUPSI
10.02.16 - 06:000

Il piacere della ricerca ad uso delle generazioni future

Intervista a Elisabeth Manship, diplomata Bachelor in Conservazione e vincitrice del Premio TalenThesis 2014

 

Chi sei?

Sono Elisabeth Manship e vengo dagli Stati Uniti. Prima di trasferirmi in Ticino ho studiato storia ed ero attiva nell'ambito museale. Mi sono laureata alla SUPSI in Conservazione con una specializzazione in dipinti murali e materiali lapidei.

Nel 2014 hai vinto il premio Talenthesis per la miglior tesi del tuo Corso, qual era il soggetto?

Ho studiato il modello in gesso creato nel 1901 dall’artista ticinese Antonio Chiattone per realizzare una scultura in marmo dell`Imperatrice Elisabetta d`Austria (conosciuta come Sissi) che oggi si trova a Territet, vicino a Montreaux. Ho condotto ricerche storiche, analizzato l'esecuzione e lo stato di conservazione dell`opera che rappresenta un momento importante nella storia culturale di Lugano.

Come descriveresti l`esperienza vissuta nel realizzare la tesi?

È stata un’opportunità importante. Ho potuto imparare molto sulla tecnica dello scultore e sui materiali usati. Inoltre, completare un progetto di ricerca, documentare e analizzare un soggetto ricco di storia e informazioni, raccogliere notizie che potranno essere utili per lo studio dell`opera e dell`artista nel futuro è un'esperienza davvero gratificante.

Cosa fai ora?

Ho scelto di continuare gli studi seguendo il Master in Conservazione e Restauro alla SUPSI che mi dà l`opportunità di ampliare le mie conoscenze in questo campo sia dal punto da vista teorico sia nella pratica applicata alla conservazione dei beni culturali.

TOP NEWS Supsi
Copyright ©2017 - Ticinonline S.A.  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report