LA TENDENZA
1 settimana0

Animali esotici, moda pericolosa

Violenze e maltrattamenti alla base di questo mercato, un pericolo per la natura

Serpenti, scimmiette, iguane, uccelli equatoriali, pesci tropicali. Negli ultimi 20 anni il mercato degli animali esotici ha conosciuto un vero boom nei paesi occidentali, fino a spingere diversi governi a promulgare leggi e regolamenti per scoraggiarne la crescita. Parliamo, infatti, di una tendenza assai pericolosa e che spesso nasconde operazioni commerciali senza scrupolo.

Nelle operazioni di cattura e trasporto, infatti, molti di questi animali vengono maltrattati: si pensi ai pesci destinati agli acquari che vengono chiusi in minuscole buste d’acqua, oppure ai pappagalli narcotizzati e trasportati in scatole anguste per ridurre i costi di spedizione. Inoltre, trasferire in ambito domestico un animale esotico significa irrimediabilmente violentare la natura: tali animali sono nati per vivere in un determinato habitat, impossibile da riprodurre in casa o nel giardino della propria villa.

Forzare gli animali selvatici a vivere in tali contesti può portarli ad ammalarsi o a comportarsi in maniera inusuale e addirittura autodistruttiva. Molti di essi, infine, finiscono abbandonati e, anche se salvati da qualche ente per la protezione animale, risulta quasi impossibile riuscire a reintrodurli nel loro habitat di origine. 

 

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
ULTIME NEWS Amico Animale
Copyright &copy2017 - Ticinonline S.A.  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report